Home page

domenica 29 ottobre 2017

J.F. KENNEDY CONTRO LA FEDERAL RESERVE




DI JOHN P. CURRAN
The Truth Seeker
Il 4 Giugno del 1963, un decreto presidenziale virtualmente sconosciuto, Ordine Esecutivo 11110, fu firmato impedendo alla Federal Reserve Bank di prestare soldi a interesse al Governo Federale degli Stati Uniti. Con un colpo di penna, il presidente Kennedy dichiarò che la Federal Reserve Bank, di proprietà di privati, sarebbe presto fallita. La Christian Law Fellowship ha ricercato questo evento nel Registro Federale e nella biblioteca del Congresso. Possiamo tranquillamente concludere che quest’Ordine Esecutivo non è mai stato abrogato, corretto o superato da nessun Ordine Esecutivo successivo. In parole semplici, è ancora valido.
Dopo che il presidente John Fitzgerald Kennedy – l’autore di “Profiles in Courage” – lo firmò, l’Ordine tornò al governo federale, precisamente al Dipartimento del tesoro, autorizzato costituzionalmente a creare ed emettere la valuta senza passare attraverso la Federal Reserve Bank, di privati. L’ordine esecutivo 11110 del presidente Kennedy (il testo completo è sotto) dette al dipartimento del tesoro il potere esplicito: “di emettere certificati d’argento a fronte di ogni lingotto di argento, dollari d’argento della Tesoreria.” Questo significa che per ogni oncia di argento nella cassaforte della Tesoreria degli Stati Uniti, il governo poteva introdurre soldi in circolazione basandosi sui lingotti d’argento fisicamente presenti.
Come risultato, più di 4 miliardi di dollari in banconote degli Stati Uniti sono stati messi in circolazione in tagli da 2 e 5 dollari. Le banconote da 10 e 20 dollari degli Stati Uniti non hanno mai circolato ma furono stampate dal Dipartimento del Tesoro quando Kennedy fu assassinato. Sembra ovvio che il presidente Kennedy sapesse che l’uso delle banconote della Federal Reserve come presunta valuta legale fosse contrario alla Costituzione degli Stati Uniti d’America.
Le “Banconote degli Stati Uniti” furono emesse come valuta senza interessi e senza debiti avvallate dalle riserve d’argento nella Tesoreria degli Stati Uniti. Abbiamo confrontato una “Banconota della Federal Reserve” emessa dalla banca centrale privata degli Stati Uniti (la Federal Reserve Bank o Federal Reserve System), con una “Banconota degli Stati Uniti” della tesoreria americana, emessa grazie all’ordine esecutivo del Presidente Kennedy. Sono quasi identiche ad eccezione del fatto che una riporta la dicitura “Banconota della Federal Reserve” e l’altra “Banconota degli Stati Uniti”. Inoltre, quella della Federal Reserve ha marchio e numero di serie verdi, e quella degli Stati Uniti a marchio e numero di serie rossi.
Il Presidente Kennedy fu assassinato il 22 novembre del 1963 e le banconote degli Stati Uniti che lui aveva emesso furono immediatamente tolte dalla circolazione. Le banconote della Federal Reserve continuarono a fungere da valuta legale della nazione. I Servizi Segreti americani confermano che il 99% delle banconote in circolazione erano nel 1999 banconote della Federal Reserve.
Kennedy sapeva che le “Banconote degli Stati Uniti” prodotte in base alle riserve argentee si sarebbero ampiamente diffuse e avrebbero eliminato la richiesta delle “Banconote della Federal Reserve”. E’ una questione economica molto semplice. Le BSU (Banconote degli Stati Uniti) erano emesse sulla base del valore delle riserve argentee e le BFR (Banconote della Federal Reserve) non avevano alcun corrispettivo di valore intrinseco. L’Ordine Esecutivo 11110 avrebbe evitato al debito nazionale di raggiungere il livello attuale (virtualmente quasi tutti i 9000 miliardi del debito federale si sono prodotti dal 1963 in poi) se LBJ o ogni Presidente successivo lo avessero applicato. Il Governo degli Stati Uniti avrebbe avuto il potere di cancellare il debito senza passare per la mediazione delle Federal Reserve Banks e senza l’aggravio di interessi per creare nuovi soldi. L’ordine esecutivo 11110 dette agli Stati Uniti la possibilità di creare i suoi soldi basandosi sul vero valore delll’argento.
Inoltre, secondo le nostre ricerche, solo cinque mesi dopo l’assassinio di Kennedy, la serie dei “Certificati Argentei” del 1958 non fu più emessa, e successivamente furono rimossi dalla circolazione. Forse, l’omicidio di JFK era un messaggio per tutti i futuri presidenti di non interferire nel controllo della Federal Reserve sulla creazione del denaro. Risulta evidente che il Presidente Kennedy sfidasse i poteri esistenti dietro gli Stati Uniti e la finanza mondiale. Con vero coraggio patriottico, JFK affrontò con coraggio i due modi più fruttuosi mai usati per appianare il debito: 1) guerra (Vietnam); e 2) creazione della moneta attraverso una banca centrale gestita da privati. I suoi sforzi per avere tutte le truppe statunitensi fuori dal Vietnam entro il 1965 e l’ordine esecutivo 11110 avrebbero distrutto i profitti e il controllo della Federal Reseve Bank privata.
Ordine Esecutivo 11110
Emendamento all’ordine esecutivo numero 10289, relativo allo svolgimento di certe funzioni ad appannaggio del dipartimento del Tesoro. In virtù dell’autorità conferitami dalla sezione 301 del terzo articolo del Codice degli Stati Uniti, ordino quanto segue:
SEZIONE 1. Ordine esecutivo numero 10289 del 19 settembre 1951, come modificato, è qui ulteriormente modificato – (a) aggiungendo alla fine del paragrafo 1 attraverso il seguente sottoparagrafo (j): “(j) L’autorità conferita al Presidente dal paragrafo (b) della sezione 43 dell’Atto del 12 Maggio 1933, così come modificato (31 U.S.C. 821 (b)), di emettere certificati argentei in base ad ogni lingotto d’argento, argento o dollari d’argento standard nella Tesoreria momentaneamente non trattenuti per rimborso da alcun certificato d’argento in corso, di prescrivere il valore dei certificati argentei, ed emettere dollari d’argento standard e valuta d’argento sussidiaria per il loro ammortizzamento.” e (b) e eliminando i sottoparagrafi (b) e (c) del paragrafo 2. SEZIONE 2. L’emendamento effettutato con quest’Ordine non ha effetto su nessun atto già scritto, o su nessuna istanza o procedimento che stanno venendo accolti, o già accolti, o iniziato o sull’inizio di nessuna causa civile o penale precedenti alla data di quest’Ordine ma tutte le tali disposizioni devono continuare e possono essere portate a termine come se detto emendamento non fosse stato fatto.
JOHN F. KENNEDY THE WHITE HOUSE, June 4, 1963
Ancora una volta, l’Ordine Esecutivo 11110 è ancora valido. Secondo il 3 articolo del Codice degli Stati Uniti, sezione 301 datato 26 gennaio 1998:
Ordine Esecutivo (OE) 10289 datato 17 settembre 1951, 16 F.R. 9499, è stato modificato da:
OE… 10583, datato 18 DICEMBRE 954, 19 F.R. 8725:
OE… 10882 datato 18 Luglio 1960, 25 F.R. 6869;
OE… 11110 datato 4 Giugno 1963, 28 F.R. 5605;
OE… 11825 datato 31 Dicembre 1974, 40 F.R. 1003;
OE… 12608 datato 9 Settembre 1987 52 F.R. 34617
Gli emendamenti del 1974 e 1987, aggiunti dopo quello di Kennedy del 1963, non hanno cambiato nessuna parte dell’ordine esecutivo 11110. Una ricerca negli ordini esecutivi di Clinton del 1998 e 1999 e delle Direttive Presidenziali ha anche mostrato che non ci sono alterazioni, cambiamenti o sospensioni dell’ordine esecutivo 11110.
La Federal Reserve Bank, altrimenti detta Federal Reserve System, è una corporazione privata. Il dizionario della legge di Black definisce il “Federal Reserve System” come: “Rete di dodici banche centrali a cui appartengono la maggior parte delle banche nazionali e alla quale tutte le banche abilitate possono appartenere. Le regole per diventare membri prevedono investimenti in azioni e un minimo di riserve. Le banche di proprietà privata posseggono le azioni della FED. Questo era spiegato più dettagliatamente nel caso di Lewis contro gli Stati Uniti, Federal Reporter, seconda serie, vol. 680, pagine 1239-1241 (1982), dove la corte diceva: “Ogni Federal Reserve Bank è una corporazione separata di proprietà delle banche commerciali della sua regione. Le banche commerciali azioniste eleggono due terzi dei nove membri della direzione”.
Le Federal Reserve Banks sono controllate localmente dai loro membri. Ancora una volta, stando al Dizionario della legge di Black, ci rendiamo conto che queste banche private emettono denaro:
“Federal Reserve Act. Legge che ha creato le banche di Riserva Federale, le quali agiscono come agenti nel mantenimento di riserve finanziarie, distribuendo denaro nella forma di banconote, prestando denaro alle banche, e supervisionando le banche. Amministrate dal Gruppo di Riserva Federale”.
Le banche di riserva federale di proprietà di privati emettono davvero i soldi che usiamo. Nel 1964, il Comitato sulle Banche e la Valuta, il Sottocomitato sulla Finanza Domestica, nella seconda sessione dell’ottantottesimo Congresso, ha effettuato uno studio intitolato “Money Facts” che contiene una buona descrizione di cosa è la FED: “La Riserva Federale è una macchina che fa soldi. Può emettere denaro o assegni. E non è mai stato un problema fare dei buoni perché può ottenere le fatture da 5 o 10 dollari necessarie a coprire gli assegni, chiedendo semplicemente all’Ufficio Incisioni del Dipartimento del Tesoro di stamparli.”
Ogni persona o ogni gruppo chiuso che ha un sacco di soldi ha un sacco di potere. Adesso immagina un gruppo di persone che ha il potere di creare soldi. Immagina il potere che queste persone avrebbero. Questo è esattamente ciò che è la Banca di Riserva Federale, di proprietà privata!
Nessuno ha fatto più di Louis T. McFadden, che era presidente del Comitato House Banking negli anni ’30, per denunciare il potere della FED. Descrivendo la FED, sottolineò nei registri del Congresso, pagine 1295 e 1296 del 10 giugno 1932:
“Signor Presidente, in questo paese abbiamo una delle più corrotte istituzioni che il mondo abbia mai conosciuto. Mi riferisco al Federal Reserve Board, un comitato governativo, ha truffato il Governo e il popolo degli Stati Uniti di abbastanza soldi per appianare il debito nazionale. La depredazione e le iniquità del Federal Reserve Board e delle banche della Federal Reserve sono costate a questo paese abbastanza soldi da pagare il debito nazionale molte volte. Questa istituzione malvagia ha impoverito e rovinato il popolo degli Stati Uniti; ha fatto bancarotta ed ha praticamente mandato in bancarotta il nostro Governo. Ha fatto ciò attraverso la cattiva amministrazione e le pratiche corrotte degli avvoltoi che la controllano.”
Alcune persone pensano che le Federal Reserve Banks siano istituzioni degli Stati Uniti. Non sono istituzioni, dipartimenti o agenzie governative. Sono monopoli di credito privati che depredano il popolo degli Stati Uniti per il proprio tornaconto e quello dei loro clienti stranieri. Quei 12 monopoli di credito privati sono stati messi in modo ingannevole in questo paese da banchieri che sono venuti qui dall’Europa e che ci ripagano per l’Ospitalità indebolendo le istituzioni americane.
Le FED funzionano praticamente così: il governo ha ceduto il suo potere di emettere denaro alle banche FED. Loro creano soldi, poi lo prestano al governo caricandolo di interessi. Il governo usa le entrate per pagare gli interessi sul debito. Al riguardo, è interessante notare che il Federal Reserve Act e il sedicesimo emendamento, che danno al Congresso il potere di riscuotere le tasse, sono stati entrambi approvati nel 1913. L’incredibile potere delle FED sull’economia è universalmente confermato. Alcune persone, specialmente nelle comunità accademiche e bancarie, addirittura lo supporta. D’altra parte, ci sono anche coloro, come il presidente John Fitzgerald Kennedy, che si sono mossi contro questo. I suoi sforzi furono esposti nel libro del 1998 di Jim Marrs, Crossfire:
“Un altro aspetto sottovalutato dell’intento di Kennedy di riformare la società americana, riguarda i soldi. Kennedy lo fece rivolgendosi alla costituzione, che afferma che solo il Congresso dovrebbe emettere e regolare il denaro, il crescente debito nazionale potrebbe essere ridotto non pagando gli interessi ai banchieri del Federal Reserve System, che stampa banconote che poi presta ad interessi al governo. Si è mosso in questo senso il 4 giugno del 1963 firmando l’ordine esecutivo 11110 che prevedeva l’emanazione di 4,292,893,815 di Banconote degli Stati Uniti attraverso la Tesoreria invece che attraverso il tradizionale Federal Reserve System. Quel giorno stesso, Kenney firmò una carta che cambiava il materiale delle banconote da uno e due dollari da argento ad oro, dando forza all’indebolita valuta statunitense.
Il controllore della valuta ai tempi di Kennedy, James J. Saxon, è stato in conflitto con il potente Federal Reserve Board per qualche tempo, incoraggiando maggiori investimenti e conferendo poteri per le banche che non facevano parte del Federal Reserve System. Saxon decise anche che le banche che non facevano parte del “sistema” potevano sottoscrivere obbligazioni statali e locali, anche se indebolivano le Federal Reserve Banks.”
In un intervento fatto alla Columbia University il 12 novembre del 1963, dieci prima del suo assassinio, il presidente John Fitzgerald Kennedy avrebbe detto:
“L’alto ufficio del Presidente è stato usato per fomentare un piano per distruggere la libertà americana e prima di lasciare questo incarico, devo informare la cittadinanza di questa condizionne.”
In questo caso, John Fitzgerald Kennedy sembra essere l’oggetto del suo stesso libro… un vero “Profile of Courage”.
Il resoconto di questa ricerca è stato realizzato per Lawgiver.Org. da Anthony Wayne



tratto da: http://www.altrainformazione.it/wp/jf-kennedy-contro-la-federal-reserve/

sabato 28 ottobre 2017

PERCHE' GLI ILLUMINATI SONO UNA SOCIETA' SEGRETA?


TUTTO CIO' CHE E' SEGRETO NON HA NULLA A CHE FARE CON IL BENE COLLETTIVO E CON L'AMORE!

IL NOME STESSO ILLUMINATI DOVREBBE FAR RIFLETTERE.......GODONO DELLA LUCE RIFLESSA, APPAIONO COME BENEFATTORI MA IN REALTA' NON LO SONO!

RICORDATEVI........IL LUPO SI TRAVESTE DA AGNELLO!

Andrea Riccucci







Freedom is an idol of the human species.

The Illuminati operates in defense of you and all humans, in all places, and of all generations. Our duty to this planet has spanned across centuries and survived even the most established government entities. But the cultivation of trillions of human lives is a daunting responsibility, and while the human would not exist today without our protection, many uninformed masses mistake our guidance for a restriction of liberty.
Every human desires to be free of oppression, free of hardship, free of poverty, free of hunger, free of rules and laws — but as you understand, the nature of your species leaves true freedom impossible.
Are you free to murder? Are you free to steal? Are others free to murder and steal from you? Or are there certain freedoms that must be given up for the benefit of all?

For happiness, the human desires freedom; for prosperity, the human requires leadership.

This is the reason behind our anonymity. To continue functioning throughout societal changes and generational differences, the Illuminati must remain behind the curtain — an outsider, belonging to none and loyal to all.
You may never understand how your life can be free while guided by our organization. You may never fully comprehend our purpose and why you are safest and happiest with us. Simply open your mind and release your apprehensions, and you will find the relief of truth.
We will never take your hand and pull you down the path like a slave to our whims. You must find and travel the road on your own. But your quality of life is our greatest concern, and the reason our symbols are placed in your society as a map for you to follow if you desire.



https://www.illuminatiofficial.org/illuminati-secret-society/

domenica 22 ottobre 2017

La Ghiandola Pineale Ci Viene Deliberatamente Calcificata?


La ghiandola pineale è una piccola ghiandola che si trova vicino al centro del cervello.
Uno dei suoi compiti più importanti è la secrezione dell’ormone melatonina, che tra le tantissime funzioni ti aiuta a dormire durante la notte.
Mentre la ghiandola pineale era una volta poco considerata, oggi è ormai noto come essa sia una parte molto importante del nostro cervello.
La ghiandola pineale insieme alla pituitaria vengono ricondotte al famoso “terzo occhio”.
Si sospetta che il consumo di fluoruro riduca la capacità della ghiandola pineale di produrre melatonina e impedisca la sua capacità di funzionare.

Mentre la Fluoride Action Network riferisce che questo fenomeno non è stato ufficialmente confermato, l’organizzazione afferma anche che studi preliminari hanno dimostrato che l’esposizione al fluoruro porta a bassi livelli di melatonina.

La soppressione della produzione di melatonina è pensata per avere una serie di effetti sul corpo umano, oltre a potenzialmente interrompere il ciclo del sonno. Ad esempio, la melatonina regola l’inizio della pubertà nelle femmine. La melatoninia ha anche un’importante funzione di protezione del corpo contro i danni alle cellule causati dai radicali liberi.
La Fluoride Action Network riferisce inoltre che la ghiandola pineale è un importante sito di accumulo di fluoruri nell’uomo. Questo perché la ghiandola è esposta ad un elevato volume di flusso sanguigno ed è un tessuto calcificante.
I tessuti calcificati all’interno della ghiandola pineale contengono più fluoruro di qualsiasi altra parte del corpo, incluse ossa o denti. E questa non è una buona cosa.
Fonte: http://www.blogpositivo.it/salute/ghiandola-pineale/


Dal libro "Il Manifesto della Sociosofia":
"Il fluoro è un alogeno, come bromo, iodio, cloro, ed è un elemento estre-mamente reattivo. Viene usato nella produzione di materie plastiche, lubrificanti, refrigeranti, anestetici, dentifrici, collutori, gomme da masticare, lampadine, batterie, fertilizzanti e soprattutto nella produzione dell’uranio. Viene inoltre usato come additivo in medicinali e molti alimenti, dai bastoncini di pesce alle bibite, nonché nelle sigarette.
La medicina ufficiale sostiene che il fluoro non faccia male, anzi, che sia sano per i denti. Recita per esempio la pubblicità di Aquafresh, un prodotto della GlaxoSmithKline (fatturato: ca. 47 miliardi di dollari,1,4 miliardi di euro solo in Italia), che il fluoro «…aiuta a rafforzare i denti contro la carie. È presente nei dentifrici sia come fluoruro di sodio, monofluorfosfato di sodio e fluoro stannoso».
Numerosi studi hanno evidenziato gravi effetti negativi del fluoro sulla salute umana. Nonostante la scarsa rilevanza che si è dato a questi studi, essi mettono in evidenza che il fluoro ha un palese effetto sul nostro sistema nervoso centrale. Gli effetti più evidenti dell’assunzione di un’alta dose di fluoro sono affaticamento cronico e disfunzioni immunitarie, ovvero encefalomielite mialgica. I primi sintomi sono una sensazione di sfinimento mentale e fisico, cefalee, mal di gola, dolori articolari e muscolari, disturbi della memoria e difficoltà a concentrarsi, disturbi del sonno, disfunzioni linfatiche e difficoltà a riprendersi dopo uno sforzo. Questa malattia può diventare cronica e causare invalidità.
Inoltre, l’assunzione di fluoro nei bambini provoca gravi disturbi nell’apprendimento e un generale rallentamento delle funzioni mentali. Uno studio pubblicato dall’università di Harvard dice testualmente: «I bambini delle aree con elevata fluorizzazione avevano un QI significativamente più basso rispetto a quelli che vivevano in aree con bassa fluorizzazione».
La ghiandola pineale, grande come una nocciola, è situata al centro del nostro cervello e produce la melatonina. Questa ghiandola assorbe più fluoruri che qualsiasi altra parte del nostro corpo, calcificandosi.
Il fluoruro di sodio è un sale contenente fluoro. È un residuo della produzio-ne industriale di alluminio e viene usato anche nelle derattizzazioni. Nel corpo umano causa cancro, danni ereditari e Alzheimer. Inoltre, provoca disturbi al sistema endocrino e rallenta l’attività cerebrale. Il fluoruro di sodio veniva addizionato dai nazisti all’acqua potabile dei campi di concen-tramento e di certe zone occupate militarmente per indurre docilità. Difatti, i sintomi indotti dall’avvelenamento da fluoruri inducono remissività e sottomissione, letargia e apatia.
Come se non bastasse, il fluoro ha anche un’altra proprietà peculiare. L’essere umano è composto per quasi il 70% di una soluzione di acqua salina. Se il corpo viene rifornito regolarmente di abbondante fluoro, in questa soluzione salina se ne accumula abbastanza da reagire a determinati impulsi di frequenze elettromagnetiche. Questo significa che se vi è abba-stanza fluoro in noi, diventiamo come corpi di risonanza per impulsi programmati dall’esterno. Diventiamo, in pratica, dei ricevitori pronti a entrare in risonanza se viene trasmessa la frequenza giusta.
Ricordiamoci a questo punto di quell’episodio raccapricciante avvenuto tra la fine degli anni Cinquanta e l’inizio degli anni Settanta del secolo scorso. In quel periodo, per anni, i servizi segreti dell’Unione Sovietica bombarda-rono l’ambasciata americana a Mosca con onde elettromagnetiche atte a indurre modificazioni neurologiche nel personale dell’ambasciata stessa. Queste irradiazioni causarono vari problemi di salute al personale diploma-tico e morirono di tumore ben tre ambasciatori di seguito.
I risultati delle ricerche moderne non lasciano alcun dubbio sul fatto che piccole dosi di energia elettromagnetica, alla frequenza appropriata e sotto forma di impulsi modulati, possono disturbare notevolmente la funzione dei neurotrasmettitori e nuocere al cervello, riducendone la funzionalità.
HAARP e gli impianti simili possono creare forti o leggeri campi elettroma-gnetici in determinate zone dovunque nel mondo. Quindi, questo genere di armi può essere usato anche come armi neurologiche, capaci di interferire con le funzioni mentali delle persone attaccate da esse."

sabato 14 ottobre 2017

LA SOCIOSOFIA: FONDAMENTA PER LA CREAZIONE DEL NUOVO PARADIGMA



La Sociosofia

La Sociosofia è la soluzione di tutti i problemi sociali, economici e politici per tutto il mondo.
I tempi sono ormai maturi per un autentico cambiamento.
Informazioni e conoscenze costituiscono le basi del pensiero concreto.
È ormai giunto il momento di svegliarsi, di guardare in faccia la realtà, per comprendere che non siamo vittime di fatalità, e poi di agire di conseguenza. Creare un mondo nuovo, riorganizzando la nostra vita, è possibile.
Tutto dipende dal pensiero. Il pensiero è energia creativa, e se viene nutrito con l'informazione obiettiva e con la conoscenza delle verità e dei retroscena, esso diventa una vera e propria potenza di cambiamento.
E per ottenere appunto questo Mario Haussmann mette a disposizione uno strumento di formidabile efficacia:
Il Manifesto della Sociosofia.

La Sociosofia propone il metodo pratico con il quale diventa facile raggiungere la felicità collettiva.

Che tutti abbiano salute
Che tutti siano in pace tra loro
Che tutti siano realizzati
Che tutti siano prosperi
Lasciate che tutti siano felici
Lasciate che tutti siano liberi dal dolore
Lasciate che tutti vedano dovunque la realtà
Lasciate che nessuno abbia preoccupazioni
(Dal Ramayana)

I Sociosofi

I sociosofi sono il gruppo in crescita di persone che vivono la Sociosofia. Essi conoscono le cause vere delle disfunzioni sociali ed anche il metodo pratico per creare un mondo completamente nuovo in cui la felicità collettiva possa essere stabilita attraverso condizioni generali di vita che favoriscano la felicità degli individui. 
Sotto il simbolo della stella arcobaleno si riuniscono le persone che sono convinte che sia assolutamente necessario dar vita a nuovi sistemi sociali, economici e politici in armonia con le leggi della Natura. 
I sociosofi sono il popolo della stella arcobaleno, i costruttori del futuro, della giustizia e dell'armonia che tutti sognano. Essi sono i pionieri di un nuovo mondo, le avanguardie di una società libera e prospera. Essi sono coloro che hanno appreso che cosa fare per attuare la grande trasformazione e come farlo.
Predicano unicamente il buon senso e lo mettono in pratica quotidianamente.  
I sociosofi stanno attivamente edificando un nuovo ordine sociale in sintonia con le leggi naturali, universali ed eterne.
Sociosofi sono coloro che si sono resi conto che bisogna essere liberi per poter essere felici.
La Sociosofia è il futuro.

E tu? Sei parte del problema o della soluzione?

I sociosofi sono coloro che sono divenuti parte della soluzione.

La Sociosofia è la saggezza della gente. I sociosofi sono la soluzione.
Per essere sociosofi bisogna sapere e conoscere.
Il Manifesto della Sociosofia è la sintesi di tutto quello che bisogna sapere per poter prendere attivamente parte alla grande opera di trasformazione del nostro mondo.
In questo libro vengono svelati i segreti che dotano ogni individuo di potere personale e di libertà d'azione.
Con la conoscenza che si acquista leggendo questo testo basilare della Sociosofia si vedono molti aspetti della vita quotidiana in una prospettiva del tutto inedita, che ci permette di decodificare la realtà in cui viviamo.
Veniamo così dotati degli strumenti che ci rendono autonomi ed emancipati e che ci consentono di adottare comportamenti nuovi e più proficui. Sapere che cosa rende sventurato il mondo e che c'è una semplice via d'uscita da tutte le angustie cambia la vita a chiunque.
Nel Manifesto della Sociosofia sono raccolte tutte le informazioni che ci permettono di essere attivamente parte della soluzione, per questo motivo i sociosofi consigliano sempre vivamente a tutti la lettura del Manifesto della Sociosofia.

Per essere parte della soluzione e non del problema!


http://www.sociosofia.world/sociosofia

L'INIZIO DI UN NUOVO MONDO

SII TU STESSO IL CAMBIAMENTO CHE VUOI VEDERE NEL MONDO!

"NON ALIMENTARE I TUOI VIZI, FORTIFICA LE TUE VIRTU'"




sabato 19 agosto 2017

IL BENE COLLETTIVO

Qualsiasi pensiero, discorso o azione personale, che fluisce in modo spontaneo, istintivo, naturale, genuino, ispirato dall'Amore per il Bene di Tutti, crea automaticamente un'energia positiva che irradia tutti coloro che entrano in contatto con noi, instillando delicatamente il seme della Consapevolezza che germoglierà nei tempi e nei modi corretti per ognuno, individualmente.
Diffidate pertanto da tutto ciò che è imposto o coordinato, da regole o istruzioni d'uso, da orari e date, e che richiede una cooperazione programmata di gruppo.......perché tutto questo non ha niente a che fare con la spontaneità, la genuinità, la semplicità, e con il Bene Collettivo.
Un abbraccio a tutti.
Andrea Riccucci


LA LEGGEREZZA DELL'ESSERE

"PRENDETE LA VITA CON LEGGEREZZA, CHE LEGGEREZZA NON E' SUPERFICIALITA', MA PLANARE SULLE COSE DALL'ALTO, NON AVERE MACIGNI SUL CUORE."

ITALO CALVINO


LA FINE DEL "SISTEMA"

Ogni qualvolta un individuo si Risveglia, il "sistema" perde consenso e forza, quando il Popolo sarà completamente Sveglio, l'inganno cesserà di esistere e saremo Liberi.
Per questo motivo non servono rivolte violente, ma Pura Consapevolezza!
La Sociosofia è la Via Maestra 
Un abbraccio a tutti.
Andrea Riccucci


sabato 10 giugno 2017

Sociosofia su Re Nudo 36 Osho evoluzione

Sociosofia su Re Nudo - Majid Valcarenghi

Sociosofia su Re Nudo 36 Osho evoluzione


Majid Valcarenghi ha pubblicato nel numero "primavera 2017" della rivista Re Nudo, intitolato "Osho - evoluzione", un articolo sul MANIFESTO DELLA SOCIOSOFIA. Ringrazio di cuore Majid per il suo interesse. 


IL MANIFESTO DELLA SOCIOSOFIA
Analisi e soluzioni radicali per una nuova concezione della politica
Di Mario Haussmann

La Sociosofia è la soluzione di tutti i problemi sociali, economici e politici per tutto il mondo. La parola “Sociosofia” significa letteralmente “il buon senso del popolo”. L’idea di fondo è che la “mente di gruppo” del popolo è in grado di risolvere i propri problemi con risultati migliori che delegando la ricerca di queste soluzioni alle limitate menti di una manciata di politici professionisti. La Sociosofia è anche una nuova filosofia sociale e politica che si orienta alla Natura, prendendola a modello per il management e l’organizzazione, sia nella sfera pubblica che in quella imprenditoriale. Infatti, la Natura è maestra nel produrre invariabilmente efficienza , robustezza e sicurezza di funzionamento con il minimo di sforzo e risorse, senza sprechi e senza scorie. Finora non è venuta a molti l’idea di applicare le leggi della Natura al management e al governo. Secondo la Sociosofia, l’organizzazione sociale del futuro deve conformarsi all’esempio degli organismi viventi e rispecchiare una concezione bionica della struttura di governo. Tutti ci lamentiamo che la nostra democrazia sia un sistema scaduto. Lasciamo riposare in pace l’anacronistico concetto di “democrazia” nel cimitero degli imbrogli; rivolgiamo il nostro sguardo a una nuova politica naturale, che finalmente sia di nuovo in accordo con la definizione antica di politica, cioè “l’arte di garantire prosperità e felicità alla comunità”. La Sociosofia rappresenta un metodo concreto per pervenire presto alla vittoria del buon senso e a condizioni di vita adeguate alla dignità dell’essere umano, è una nuova idea nascente e la nostra mente, recepito un nuovo concetto, supera se stessa, e non può più ricadere nello stato precedente.
La posta in gioco non potrebbe essere più grande. Per ritornare a gestire l’economia in armonia con i principi di Madre Natura è in
fondo il desiderio di tutti. Siamo quindi pronti ad appropriarci con passione di quelle conoscenze necessarie per smascherare gli inganni perpetrati dalle istituzioni di potere ai nostri danni?
“L’ovvio è quel che non si vede mai, finché qualcuno non lo esprime con la massima semplicità.” – Khalil Gibran
Il Manifesto della Sociosofia è strutturato in tre parti. La prima parte è propedeutica per poter comprendere e decodificare la realtà che ci circonda. Se oggi nel mondo nulla funziona come dovrebbe, ciò non è dovuto a fatalità. Politici, leader ed esperti non hanno da proporre valide soluzioni, no hanno la più pallida idea di come far funzionare sistemi come l’economia,la giustizia, l’istruzione o la sanità pubblica. Di fronte alle ingiustizie abissali del nostro tempo e all’irrazionalità che pervade ogni ambito della vita umana molti si sentono impotenti. Pare che nessuno sappia spiegare in dettaglio come fare per invertire la rotta.
“Ogni male viene dall’ignoranza, ma vi è un male più pericoloso ancora ed è l’ignoranza della propria ignoranza”, disse Maometto. Per questo motivo il primo volume offre una panoramica di tutti i più gravi problemi del mondo e ne vengono analizzate le cause per risalire alla loro radice comune. Si tratta di compiere un viaggio attraverso informazioni finora segrete, celate ai popoli dai governanti.
Il primo volume del Manifesto della Sociosofia contiene tutte le informazioni basilari necessarie ad avere una chiara comprensione delle forze attive dietro gli avvenimenti centrali. Infatti diceva Sai Baba che “Non conviene trarre conclusioni affrettate e su basi inconsistenti. Voi siete nati per il bene vostro, e non quello di qualcun altro. Dovete curare la malattia dell’ignoranza così come curate la fame”.
Il nostro sistema è completamente marcio perché si fonda su basi innaturali e solo ponendolo in sintonia con le leggi naturali è possibile curare tutti i malanni che affliggono il pianeta. Purtroppo l’establishment ci ha indotti a credere che campi come l’economia, la finanza o la geopolitica siano argomenti troppo intricati per essere padroneggiati da chi non è addetto ai lavori. Tutto ciò non è vero. Si tratta in fondo di questioni così semplici che possono essere comprese perfino da un bambino, e una volte capito questo non ci sono più ostacoli ad impedire la realizzazione del bene collettivo. Ma per poter giudicare, per poter scegliere e soprattutto per poter fare le cose giuste è indispensabile conoscere e sapere.
Nella seconda parte del Manifesto della Sociosofia sono descritte metodologie soppresse e inedite che sono estremamente utili nell’attuale situazione e viene fornita una chiara prospettiva sulle soluzioni disponibili. Vi sono raccolte strabilianti idee e soluzioni nuove ed originali per dare un’impostazione organica a tutti i sistemi che caratterizzano la nostra società. Questa conoscenza permette di organizzare campi come l’agricoltura, la medicina, la giustizia, l’istruzione, l’urbanistica, l’economia, la tecnologia e tanti altri in maniera naturale, in analogia al funzionamento degli organismi viventi e in conformità con i principi universali espressi nelle leggi della Natura.
Con concetti chiari viene spiegato come a partire da un nuovo sistema monetario, nel quale il denaro sia onesto, si può creare nella pratica un sistema politico fondato sulla libertà invece che sul potere,un sistema economico fondato sull’abbondanza invece che sulla scarsità, e un sistema sociale fondato sulla serenità invece che sull’ansia dei cittadini, e quindi assicurare a tutta la popolazione il benessere e la felicità.
La terza parte illustra i mezzi per realizzare rapidamente il sogno di trasformare radicalmente il modo. Nessuno ha mai fornito una traccia da seguire per creare uno Stato a misura d’uomo e un sistema di convivenza civile che escluda il principio del potere, eccetto il grande veggente e filosofo irochese Deganawidah. Egli si descrisse così: “Io sono Deganawidah, Colui Che Sa Come Far Funzionare Le Cose Nel Mondo, un rappresentante sulla Terra della Mente del Creatore. … Io sono un potente mediatore per migliorare il mondo e le mie parole producono risultati. Poiché io dico la verità e difendo le creature innocenti, la giustizia trionferà e le libererà dalla loro sofferenza”. I padri dell’idea democratica, i fondatori della nazione americana, gli inventori del sistema politico democratico e costituzionale avevano tutti studiato i suoi insegnamenti ed oggi le sue dottrine ci sonopiù utili che mai per mettere in atto il sistema sociosofico della completa libertà individuale nella sicurezza che solo una società finalmente guarita da tutti i suoi malanni può garantire.
Siccome in tutta la storia nota del genere umano non troviamo nessuna dottrina, teoria o filosofia, che ci possa dare indicazioni su come dar vita ad un tale sistema e nessun sistema politico noto può farci da esempio, dobbiamo rivolgerci altrove per trovare la soluzione. E dove possiamo cercare l’ispirazione giusta, il modello da seguire?
La Natura in tutto il suo operato ci propone soluzioni ottimali, efficientissime, e per di più belle. Nel corso di milioni di anni la Natura ha sviluppato la soluzione perfetta per ogni tipo di problema e queste metodologia non attendono che di essere scoperte e applicate. Le potenziali soluzioni che la Natura ci offre sono incredibili e per renderle utilizzabili per il nostro fine abbiamo bisogno dell’ausilio delle scienze naturali.
Con il metodo scientifico proposto dalla Sociosofia diviene facile far trionfare il buon senso in tutti i campi. Inserendo ogni singola tematica nel suo contesto naturale, si ottiene un metodo concreto, pratico e infallibile per migliorare velocemente il mondo in maniera intelligente e non-violenta. Il Manifesto della Sociosofia si propone di contrapporre nitidamente “quello che è, ma non dovrebbe essere” a “ciò che ancora non è, ma dovrebbe essere”. Per tale proposito l’opera era naturalmente destinata ad essere espressa nella forma letteraria di un manifesto, cioè di un testo di facile lettura ma contenente tutte la informazioni che bisogna possedere per avere la chiave d’accesso ad un futuro splendido, entusiasmante , facile da comprendere dalla mente razionale e che possa essere amato e desiderato con tutto il cuore, e per il quale valga la pena di mettersi in gioco, di impegnarsi e di lottare con gioia. Tutte le persone hanno un innato anelito profondo a condurre una vita migliore e ciò che impedisce loro di accedervi è unicamente il fatto che non sanno “come fare”. Solo tale conoscenza ha il potenziale di rinnovare il sistema realizzando le promesse che la democrazia non è riuscita a mantenere e permettere così finalmente a tutto il popolo di vivere felice in libertà, sicurezza, prosperità, salute e saggezza.
-------
“Con il regime della tecnologia elettronica il compito dell’uomo diventa quello di imparare e di sapere; tutte la forme di ricchezza derivano dallo spostamento delle informazioni.” Marshall McLuhan
-------

Scarica l'articolo pubblicato nella rivista 36 Re Nudo - Osho evoluzione 

sabato 20 maggio 2017

“Lavorando bene, con i servizi sanitari, la contraccezione e i vaccini potremmo ridurre la popolazione di un 10-15%” BILL GATES







VACCINI E BUGIARDINI

di Romina Alessandri - tratto da CONSAPEVOLE nr. 11


L’idea di un articolo sui vaccini mi è venuta qualche tempo fa, quando mi sono trovata a cercare più informazioni possibili sull’argomento vista la mia dolce attesa: mi sono resa conto di quanto può essere difficile avere informazioni chiare e disinteressate, soprattutto dalle aziende sanitarie. 
Negli ultimi mesi mi è capitato spesso di discutere l’argomento con familiari, amici, ostetriche e medici delle ASL locali. Questo confronto mi ha portato ad una grande confusione mentale: mi sono ritrovata a dover fare i conti con opinioni diverse, spesso frutto di preconcetti o addirittura di totale ignoranza sull’argomento. Dato che la vaccinazione è di routine, sono poche le famiglie che si preoccupano di informarsi sulle reali necessità o controindicazioni del vaccino stesso, e quindi sono ancora di meno quelle che decidono di non vaccinare, operando una scelta consapevole. Sento quindi la necessità di chiarire, con questo articolo, alcuni aspetti importanti relativi a questa scelta, in modo da mettere luce i pro e i contro della pratica vaccinale. Siccome nel mio percorso ho notato che la maggior parte dell’informazione a cui si ha accesso frequentando le strutture sanitarie è pro-vaccino, porterò la testimonianza di associazioni e gruppi di ricerca “contro”.
Credo spetti poi ad ogni genitore la scelta di approfondire l’una o l’altra strada.


La situazione in Italia e nel mondo Nei paesi “sviluppati” esistono, relativamente alla pratica vaccinale, obblighi assoluti solo in Italia e Francia, molto elasticamente in Grecia ed in tre dei cinquanta stati degli USA. In Belgio vi è quello dell’antipolio, ma non essendovi una vera e propria legge è facilmente “aggirabile”. Solo nei paesi di ex area sovietica tuttora esistono obblighi assoluti. In Italia vi sono quattro vaccinazioni obbligatorie (polio, tetano, difterite, epatite B), sei consigliate ed altre cinque verranno proposte nei prossimi tre anni. Ogni regione ha però caratteristiche particolari, per esempio in Piemonte Toscana e Veneto i vaccini non saranno più obbligatori (ma consigliati) a partire dal 2008, mentre in altre regioni sono state abrogate le multe per mancata vaccinazione. Cosa importantissima che tengo a sottolineare: il presidente della Repubblica, il 26 Gennaio 1999, ha firmato un decreto che regolamenta definitivamente la posizione dei bambini non vaccinati a scuola; il D.P.R. n. 355 recita testualmente: “La mancata certificazione delle vaccinazioni non comporta il rifiuto di ammissione dell’alunno alla scuola dell’obbligo o agli esami”. Quindi se per caso qualche scuola non accettasse i bambini non vaccinati, occorre sporgere denuncia all’autorità giudiziaria per azioni anticostituzionali. Per gli asili la situazione è regolamentata regione per regione.
La sicurezza dei vaccini e la loro composizione Il problema dell’obiezione consapevole nasce dalla constatazione che oggi i bambini manifestano una elevatissima presenza di malattie “moderne”: uno su 10 è asmatico; complessivamente uno su tre è allergico; ogni anno 1.000-1.500 neonati muoiono nel sonno per lo più tra i due e sei mesi, proprio quando subiscono le prime due dosi vaccinali. Tali nuove malattie, compreso il cancro in età precoce, sono apparse a partire dalla generazione nata attorno al ’60, che corrisponde alla data di inizio delle vaccinazioni attuate in modo massiccio.
Sostanze pericolose e malattie debellate A partire dai 3 mesi, e nei soli primi 15 mesi di vita, possono essere somministrate al bambino 27 dosi di vaccino che contengono antibiotici, mercurio, alluminio, formaldeide: sostanze tossiche alle quali si può anche essere allergici o che possono scatenare malattie di vario genere. All’interno dei vaccini sono quindi presenti sostanze molto pericolose, soprattutto se pensiamo che le dosi vengono inoculate su bambini con sistema immunitario non ancora formato. Le controindicazioni e gli effetti collaterali sono preoccupanti. Viene da chiedersi perché le vaccinazioni siano così vivamente consigliate dalle Asl locali. Prima di intraprendere questo viaggio nell’informazione mi sono fatta proprio questa domanda: «Perché allora sono obbligatori se così pericolosi?». La mia prima risposta, per logica, è stata: «Forse perché effettivamente i rischi che si corrono sono molto meno gravi rispetto al fatto di contrarre la malattia…». Mi sono data una risposta vera? Proviamo ad indagare.
Il Tetano La comunità non deve difendersi da questo contagio semplicemente perché non è una malattia contagiosa. Se il tetano non è un virus perché si continua ad usare un vaccino antivirale? Tra l’altro in Europa non è mai stata una malattia dei bambini, e non si può neppure sostenere che, vaccinando tutti, si impedisca la circolazione del bacillo che si riproduce nell’intestino dei ruminanti ed è presente anche nella polvere di casa. La malattia non è dunque sradicabile (non la si può far sparire). Anche prima della vaccinazione i casi erano qualche centinaio all’anno e, allora come oggi, si riferiscono quasi sempre ad anziani.
L'Epatite B Delle quattro obbligatorie questa gode di molti studi pubblicati relativi alla sua pericolosità e nessun pediatra ha il coraggio di difenderne l'obbligo. Il totale delle epatiti (A,B,C eccetera) è “crollato” prima del vaccino, passando dai 54.000 casi di tutte le epatiti del ’69 ai 2.733 della sola B del ’94, (nel ’97 circa 2.000), benigni al 95%, cronici nel 4% e mortali solo nell'1%. 
Sui bambini poi il vaccino è inutile perché gli anticorpi che produce durano due anni nei neonati e quattro negli adulti. Considerato che la malattia è degli adulti e comincia ad apparire timidamente a 15 anni, se ne conclude che farlo a 0 ed 11 anni è matematicamente inutile e può fare solo male.
Difterite Anche in questo caso vaccinare tutti per una malattia che “non c’è” produce più effetti collaterali che prevenzione. Nei paesi in cui il vaccino viene poco o per niente usato, la malattia non è presente, mentre appare in paesi super vaccinati (come la Russia ) se c’è fame e freddo; inoltre non è sradicabile. Infine, se la vaccinazione di massa aveva un senso teorico nel 1939. Certamente non lo ha oggi, quando, ad esempio, sono disponibili antibiotici che possono agevolmente essere usati per gli sporadici casi che si presentassero.
Poliomielite Anche qui le centinaia (e probabilmente migliaia) di casi di morte e di invalidità da polio nell’occidente avanzato, almeno negli ultimi 10 anni, sono per lo più dovuti alla vaccinazione. In Italia la malattia (normalmente benigna) stava naturalmente sparendo tra gli anni Venti e gli anni Trenta: i picchi di incidenza sono “stranamente” apparsi in concomitanza con l’introduzione degli obblighi dell’antivaiolosa (1934), dell’antidifterica (1939), con le prime antipolio (1956), e soprattutto con la prima vera campagna vaccinale del 1958. Comunque questo vaccino risulta essere il più pericoloso. Sulla stampa del febbraio ’97 è apparsa la notizia secondo la quale il CDC (equivalente in USA del nostro Istituto Superiore della Sanità), negli scorsi 14 anni ha riscontrato, negli USA, 125 casi di polio da vaccino, che, rapportati alla popolazione italiana, equivarrebbero ad un poliomelitico all’anno circa. Piuttosto giova ricordare che la polio è apparsa nel terzo mondo solo dopo le campagne vaccinali “per salvarli”. Anche la campagna antipolio (italiana) del ’96 in Albania ha prodotto una grave epidemia, (76 casi in perfetta concomitanza di tempo, per lo più fra le persone a contatto dei vaccinati), dimostrando così la sua pericolosità in popolazioni con cattiva nutrizione ed igiene, e la sua inutilità nei paesi “ricchi”. È vero che ci sono stati rari casi di polio invalidante tra non vaccinati (nei paesi “sani”), ma anche tra vaccinati: il problema va valutato comunque, nel suo rischio complessivo per la salute.
Alla luce di queste valutazioni mi sento sicuramente più contro che pro-vaccino. E voi? Ci sono però ancora molte cose da chiarire prima di prendere una decisione definitiva, consapevole e informata. Continueremo quindi il nostro excursus sul prossimo numero, affrontando i possibili danni da vaccino (morti bianche, trasformazioni cellulari maligne, sconvolgimento del sistema immunitario etc.), e le eventuali indicazioni legali per l’obiezione.
Per saperne di più! Leggere attentamente per scegliere consapevolmente Credo sia necessario analizzare in modo specifico quali sono i principi attivi dei vaccini obbligatori e quali indicazioni/controindicazioni sono riportate nel bugiardino approvato dal Ministero della Sanità che andrebbe SEMPRE consegnato ai genitori.
*Non potendo inserire tutte le indicazioni di ogni foglietto verrà fatta una scelta delle parti più significative.
Polioral (antipolio SABIN) Composizione. Sospensione acquosa, in terreno di Earle con lattalbumina 0,5% di virus poliomelitico attenuato dei tipi 1,2,3, coltivato su cellule di rene di  Cercopithecus aethiops (un primate ndr) e stabilizzata con cloruso di magnesio 1M.
Controindicazioni. Ipersensibilità accertata verso uno dei componenti della formulazione (vengono fatte analisi di tollerabilità ai bambini di 3 mesi prima di sottoporli a vaccinazione? ndr). La vaccinazione è controindicata nei soggetti con alterazioni dello stato immunitario (agammaglobulinemia, ipogammaglobulinemia, immunodeficienza combinata umorale o cellulo-mediata); nei soggetti affetti da leucemie, linfomi, neoplasie, patologie del sistema nervoso centrale croniche convulsivanti, nei bambini sani conviventi con persone affette da immunodeficienza. La vaccinazione è differita in casi di malattie acute febbrili , diarrea o altri disturbi intestinali; in trattamento con farmaci immunodepressori. Il verificarsi di qualsiasi reazione neurologica successiva alla vaccinazione costituisce controindicazione alla somministrazione di ulteriori dosi di vaccino.
Tra gli effetti indesiderati. Molto raramente sono stati descritti casi di malattia paralitica associati alla vaccinazione, anche in persone a diretto contatto con soggetti vaccinati (meno di un caso ogni tre milioni di dosi somministrate). Raramente possono verificarsi diarrea, esantema allergico e polineuriti.Fonte: Ministero della Sanità il 12/10/98.
Dif-TET-All (tetano/difterico) Composizione. Anatossine difterica e tetanica purificate ed adsorbite su idrossido di alluminio. Una dose di 0,5 ml contiene: principi attivi: non meno di 30 U.I. di anatossina difterica purificata (preparata a partire dalla tossina difterica neutralizzata con formolo). Non meno di 40 U.I. di anatossina tetanica purificata.
Controindicazioni. Ipersensibilità accertata verso uno dei componenti della formulazione (come si fa a saperlo? ndr). Evitare la vaccinazione in caso di accertata ipersensibilità ai componenti del vaccino e durante qualsiasi affezione febbrile. Il verificarsi di qualsiasi reazione neurologica successiva alla vaccinazione costituisce controindicazione alla somministrazione di ulteriori dosi di vaccino.
Precauzioni. Come per ogni altro prodotto di natura biologica non può essere esclusa la comparsa di reazioni di ipersensibilità: mantenere disponibili adrenalina 1:1000 e corticosteroidi per trattare eventuali reazioni di tipo immediato.
Tra gli Effetti indesiderati. Disturbi neurologici post-vaccinali e reazioni di ipersensibilità, conseguenti alla somministrazione di tutti i prodotti biologici, sebbene estremamente rari, devono essere sempre valutati. In tal caso si raccomanda di consultare il medico per adottare idonee misure terapeutiche.
Foglietto illustrativo revisionato dal Ministero della Sanità il 5/1995
Recombivax HB (epatite B) Formulazione. Per neonati, bambini e adolescenti da 0 a 16 anni. Principi attivi: HBs Ag antigeni di superficie epatite B ricombinanti 5,00 mcg. Eccipienti: mercuriotiolato di sodio 25,00 mcg; idrossido di alluminio 0,25.10 mcg; cloruro di sodio 4,5.10 mcg;  formaldeide <10,00 mcg; tiocianato di potassio <0,25 mcg; acqua per preparazioni iniettabili q.b.p. 0,5 ml.
Speciali precauzioni per l’uso. Come per tutti i vaccini iniettabili un trattamento appropriato deve essere sempre disponibile in casi se pur rari di reazioni anafilattiche conseguenti alla somministrazione del vaccino. Questo vaccino contiene Mercuriolato di Sodio come conservante. Questo vaccino contiene tracce di Formaldeide e di Potassio tiocionato utilizzati durante il processo di produzione.
Effetti indesiderati rari: affaticamento, febbre, senso di malessere, sintomi influenzali, malattia da siero, vertigini, cefalea, parestesia, nausea, vomito, diarrea, dolore addominale, artralgia, mialgia, rash cutaneo, prurito, orticaria, anafilassi, ipotensione, collasso, paralisi (paralisi di Bell), neuropatia, neuriti (compresa la sindrome di Guillain-Barrè, mieliti, incluse le mieliti trasverse), encafaliti, neuriti ottiche, angioedema, eritema multiforme, linfoadenopatia, elevazione degli enzimi epatici, sintomi di tipo broncospasmo, trombocitopenia. Fonte: Ministero della Sanità il 5/1999
Pentavac: antidifterico, antitetanico, antipertossico acellulare, antipolio inattivato e anti-haemophilus influenzae di tipo b coniugato Composizione.Tossoide difterico purificato non meno di 30 unità Internazionali (U.I.); tossoide tetanico purificato non meno di 40 U.I.; tossoide pertussico purificato (Ptxd) 25µg; Emoagglutinina filamentosa purificata (FHA) 25 µg; Poliovirus inattivato tipo 1 (Mahoney) 40 U di antigene D; Poliovirus inattivato tipo 2 (MEF-I) 8 U di antigene D; Poliovirus inattivato tipo 3 (Saukett) 32 U di antigene D; Polisaccaride di Haemophilus Influenzae di tipo b coniugato con la proteina del tetano 10 µg.
Precauzioni d'impiego. Poiché ciascuna dose può contenere tracce di glutaraldeide, tiomersale (un composto antimicrobico a base di mercurio organico, ndr), neomicina, streptomicina e polimixina B, il vaccino deve essere somministrato adottando le dovute precauzioni nei bambini con ipersensibilità a questi ultimi antibiotici (come si fa a saperlo per un bambino di 3 mesi? ndr). In caso di reazione anafilattica conseguente alla somministrazione devono essere immediatamente disponibili trattamenti ed assistenza medica adeguati. Il ciclo vaccinale deve essere sospeso nei bambini che hanno in precedenza manifestato una reazione grave nell'arco delle 48 ore successive alla somministrazione di un vaccino che contenga componente pertussica come per esempio: febbre 40°Cnon connessa ad altre cause identificabili; pianto inconsolabile, persistente, di una durata maggiore di 3 ore; convulsioni associate o meno ad ipertermia; reazioni allergiche; episodi di ipotonia, iporesponsività.
Ultima revisione del testo da parte del Ministero della Sanità: novembre 1998.
Infanrix HepB.: vaccino combinato antidifterico, antitetanico, antipertossico acellulare e antiepatite B Composizione. Principi attivi: sostanze non infettive provenienti da batteri della difterite (non meno di 30 UI) e del tetano (non meno di 40 UI), tre proteine purificate provenienti dai batteri della pertosse [PT (25 µg), FHA (25 µg) e pertactina (8 µg)] e la proteina di superficie (HbsAg - 10 µg) del virus dell'epatite B. Infanrix HepB contiene come eccipienti: alluminio idrossido, alluminio fosfato, formaledeide, 2-fenossietanolo, polisorbato 20 e 80, sodio cloruro e acqua per preparazioni iniettabili.
Cosa si deve controllare prima che il bambino riceva il vaccino? Il bambino non deve ricevere il vaccino se si ritiene che abbia precedentemente avuto una reazione allergica ad Infanrix HepB o a qualsiasi altro vaccino contro difterite, tetano, pertosse e/o epatite B.
La vaccinazione deve essere rimandata se il bambino ha un'infezione con temperatura più alta di 38°. Avvertire il medico:
         - se il bambino ha manifestato problemi di salute dopo la precedente somministrazione del vaccino contro difterite, tetano, pertosse, quali ad esempio: temperatura superiore a 40°C entro 48 ore dalla vaccinazione; pianto persistente per più di 3 ore entro 48 ore dal vaccino; convulsioni verificatesi entro 3 giorni dalla vaccinazione; collasso o uno stato di choc entro 48 ore dalla vaccinazione;
         - se il bambino ha in precedenza manifestato disturbi del sistema nervoso entro 7 giorni dalla somministrazione di un vaccino antipertossico;
         - se il bambino ha alterazioni della coagulazione;
         - se il bambino assume altri farmaci o ha ricevuto recentemente un altro vaccino.
La vaccinazione deve essere preceduta dalla valutazione della storia clinica del soggetto (con particolare riguardo alle precedenti vaccinazioni ed eventuale insorgenza di effetti indesiderati) e da una visita medica. La vaccinazione è controindicata in caso di encefalopatia di eziologia sconosciuta verificatasi entro 7 giorni da una precedente vaccinazione con un vaccino antipertossico.


Visto su: https://www.disinformazione.it/vaccini_bugiardini.htm