Home page

martedì 24 novembre 2020

Babbo Natale e il “patentino” vaccinale per tutti…

Marcello Pamio Manca poco più di un mese a Natale, e quasi nessuno se n’è accorto. Gli anni scorsi subito dopo Ognissanti iniziava un massiccio martellamento di prodotti, pubblicità, video, canzoni e jingles natalizi, per non parlare di panettoni, luminarie e stelle filanti. Quest’anno no: come mai? Semplice, è arrivato l’ordine dall’alto ai vari editori di cancellare la festività dai media. Ovviamente il motivo è più che valido: il coronavirus! La realtà è un po’ diversa: ci stanno rosolando lentamente sulla piastra, per prepararci al prossimo anno che inizierà con i botti, e non pensiate al capodanno. Il veglione infatti si farà a casa in totale solitudine senza alcun razzetto o fontanella, perché verranno messi al bando dal prossimo Dpcm in quanto i petardi potrebbero svegliare dal sonno notturno il SarsCoV-2... Che non sia mai! Mi riferisco al “patentino” e all’ipotesi di obbligo in base alle fasce di età che sta prendendo forma. A dirlo il commissario per l’emergenza Domenico Arcuri. “Stiamo disegnando un piano dei vaccini, il primo sarà quello di Pfizer e all’Italia arriveranno 3,4 milioni di dosi nella seconda parte di gennaio, che serviranno a vaccinare 1,7 milioni di italiani perché a ogni persona dovranno essere somministrate due dosi”. La cosa interessante è che il prodotto Pfizer richiede condizioni particolari per la conservazione: temperature di circa 70/80 gradi sotto lo zero! Ma tranquilli i frigoriferi “ci sono”, ha rincuorato Arcuri. Stanno anche “progettando una piattaforma informatica che consentirà di gestire la verifica della somministrazione per sapere come si chiamano le persone che hanno fatto il vaccino e dove lo hanno fatto, per seguire la tracciabilità dei beni sul territorio”, ha detto il Commissario, rispondendo ad una domanda sulla folle ma purtroppo concreta ipotesi di un patentino. Il “patentino” o “pass” come l’ha definito il diversamente-statista del veneto Zaia, darà diritto ai sudditi di tornare ad una pseudo-normalità, che ovviamente normalità non sarà. Ma come si dice: la cosa importante è crederci. Quindi vuoi andare ai concerti? Usare i mezzi pubblici? Viaggiare all’estero? E perchè no, mangiarti una pizzetta in compagnia senza il problema del numero di commensali? Bene, lo potrai fare se e solo se ti sarai fatto sparare in vena un po’ di RNA sintetico, un po’ di materiale modificato geneticamente, creato in laboratorio dalle menti più criminali del pianeta! Buona “normalità” a tutti... FONTE: https://disinformazione.it/2020/11/20/babbo-natale-e-il-patentino-vaccinale-per-tutti/

Anniversario omicidio Kennedy

domenica 22 novembre 2020

JOHN FITZGERALD KENNEDY Ricordiamo il Presidente americano più amato della storia, morto il 22 novembre di 57 anni fa a Dallas. Lui, come noi, voleva un mondo migliore ed è stato ucciso per questo. Se fosse vissuto oggi che mondo sarebbe? 35° presidente degli Stati Uniti d' America. Brookline - Massachussetts 29 maggio 1917 - Dallas 22 Novembre 1963. Durata mandato : 20 - 1 - 1961 / 22 - 11 - 1963 La verita' e' che John Fitzgerald Kennedy, da presidente degli Stati Uniti, provo' sul serio, con i fatti, a darci un mondo migliore e piu' sicuro per tutti. Egli denuncio' sempre i pericoli gravi derivanti dal potere reale della occulta massoneria sionista. Lavoro' concretamente rivolto all'Unione Sovietica in favore della pace, del disgelo e del disarmo nucleare e nella crisi dei missili a Cuba furono il suo sangue freddo e quello di suo fratello Bob, che non si piegarono mai alle pressioni dei vertici militari, a salvarci dalla terza guerra mondiale. JFK fu colui che non dette copertura aerea all'invasione di Cuba, nello sbarco alla baia dei porci, quando capi' di essere stato ingannato dai suoi servizi segreti, determinando cosi' il fallimento di quell'operazione condotta in maggioranza da anticastristi esuli. JFK si impegno' per la lotta vera al razzismo nella societa' americana, (non quella pelosa e mercenaria in stile Ong e politica arcobaleno dell'accoglienza nostrana), soprattutto favorendo la parita' di diritti e doveri e promuovendo la piena integrazione scolastica. JFK fu colui che aveva deciso di riformare tutti i servizi segreti, mettendo di fatto fine a quel contropotere reale, occulto, il famoso e famigerato "deepstate" che insieme alle grandi multinazionali e al potere bancario/finanziario sionista, determinavano tutte le grandi scelte e gli orientamenti governativi sulle principali questioni. JFK si apprestava a ritirare le truppe americane dal Vietnam, in una guerra che considerava sbagliata e che di fatto non aveva mai iniziato sul serio. Fu il presidente Lindon Johnson dopo di lui ad avviarla concretamente e pesantemente, con tutti i morti e gli infiniti orrori, lutti, sofferenze e disastri umani ed ambientali che determino'. JFK, soprattutto, tolse il potere esclusivo alla Federal Reserve di stampare moneta. Attraverso i "green backs" e l'ordine esecutivo 11110, lo Stato, si riappropriava del diritto di stampare e di emettere moneta al netto dell'usura, del debito e degli interessi bancari. Abrahm Lincoln prima di lui pago' con la vita. E anche nel caso di JFK, tutto questo ebbe fine a Dallas, il 22 novembre 1963. "Che tipo di pace cerchiamo? Non una Pax Americana applicata sul mondo con le armi di guerra americane. Non la pace della tomba o la sicurezza dello schiavo. Sto parlando di una pace genuina, il tipo di pace che rende la vita sulla terra un’esperienza da desiderare, il tipo di pace che consenta agli uomini e alle nazioni di crescere nella speranza di costruire una vita migliore per i loro figli, non solo la pace per gli americani, ma la pace per tutti gli uomini e le donne, non solo la pace nel nostro tempo, ma la pace per tutti i tempi." " La vera pace e la giustizia sono impossibili, fintanto che la “spietata cospirazione” rimane nascosta nell’ombra, al governo degli Stati Uniti e di altre nazioni. Preghiamo che attraverso i nostri sforzi reciproci possiamo contribuire a sconfiggere criminali assetati di potere e senza scrupoli che cercano di schiavizzare tutti noi. Preghiamo affinché possiamo tutti promuovere una vera pace che renda la vita sulla terra degna di essere vissuta." "E se le nostre differenze non possono essere risolte oggi, almeno possiamo cercare di rendere il mondo un luogo piu' sicuro per le diversita'. Perche' in ultima analisi, quello che ci accomuna e' che tutti noi abitiamo questo piccolo pianeta, respiriamo tutti la stessa aria, ci preoccupiamo per il futuro dei nostri figli, e siamo tutti mortali." L'ultimo pragrafo e' tratto dal discorso pronunciato da JFK a Washington il 10 giugno 1963, cinque mesi prima del suo assassinio a Dallas. L' occasione era il conferimento delle lauree ai ragazzi dell'American University. In onore ed in memoria di JFK ❤ Visto su: https://www.facebook.com/bensalva/posts/10218309206257771

mercoledì 18 novembre 2020

Caso Calabria: la vera mafia sta a Roma

La regione Calabria sta vivendo un periodo tremendo sul fronte della sanità. Non per quello che riguarda i malati in sé (quelli per fortuna sono pochi), ma per quello che riguarda la gestione generale della sanità. Commissariata da anni “per infiltrazioni mafiose” (come se la mafia fosse un problema locale e non nazionale), la Calabria si ritrova oggi in zona rossa non per la diffusione del virus, ma per insufficienza delle sue strutture sanitarie. E per insufficienza degli stessi commissari mandati da Roma, che si sono rivelati, in diretta televisiva, dei totali incompetenti. Allora qualcuno ha pensato di dare la gestione della sanità calabrese ad una persona che di medicina si intende: Gino Strada. Di fronte a quel pover’uomo di Cotticelli (“Oddio non ero più io”), oppure al nuovo arrivato Zuccatelli ("Devi baciarmi con la lingua in bocca per 15 minuti se vuoi contagiarmi"), Gino Strada è un mostro, un gigante, un uomo che appartiene ad un’altra dimensione. Ma forse è proprio questo il problema. Se Gino Strada diventasse commissario della sanità calabrese, metterebbe immediatamente a nudo le mille magagne, i mille intrighi politici e le mille ruberie che hanno ridotto quella regione nello stato pietoso in cui si trova. E questo non va bene, questo non può succedere. E così Gino strada si trova oggi nella curiosa situazione di avere dato la sua piena disponibilità per un incarico urgente che però, per qualche motivo, non arriva. Gino Strada ha pubblicato questo post su Facebook: "Una settimana fa ho ricevuto la richiesta da parte del Governo di impegnarmi in prima persona per l'emergenza sanitaria in Calabria. Ho chiesto alcuni chiarimenti sul mandato e sulle modalità di lavoro, ponendo una condizione fondamentale: non sono disponibile a fare il candidato di facciata né a rappresentare una parte politica, ma metterei a disposizione la mia esperienza solo se ci fossero la volontà e le premesse per un reale cambiamento. Dopo quei primi colloqui non mi è stata fatta alcuna proposta formale. Sia chiaro: non ho nulla da recriminare nei confronti del governo che ha ovviamente facoltà di scegliere il candidato che ritiene più adatto a questo incarico. Non voglio però neanche alimentare l'equivoco di una mia indecisione: da medico, ritengo che in un momento di grave emergenza sanitaria per il nostro Paese, tutti debbano dare una mano e con questo spirito avevo messo a disposizione il lavoro mio e di EMERGENCY che già opera da 15 anni in molte regioni italiane, Calabria inclusa". Nonostante questo, è presumibile che l’incarico per Gino Strada non arriverà mai. Oppure se arriverà – magari perché richiesto a furor di popolo – avrà talmente tanti legacci, tanti impedimenti, e tante limitazioni, che alla fine lo stesso Gino Strada sarà costretto a dare le dimissioni. In Italia non si vogliono aggiustare le cose. Non è che non si possa farlo, si potrebbe benissimo, ma non lo si vuole fare. Perché quando le cose funzionano bene, i soldi vanno dove devono andare, e quindi c’è poco da rubare. Se invece le cose non funzionano si entra in quella zona torbida di scaricabarile e di continui rimbalzi delle responsabilità, dove ciascuna delle parti ha la possibilità di affondare le mani nel sacco che contiene i soldi dei cittadini, restando impunito. Mafia non è soltanto la “criminalità organizzata” in senso stretto. Mafia è anche tutto quell’insieme di persone che, a partire dai vertici più alti della capitale, fanno in modo che le cose non vengono aggiustate, affinchè ciascuno di quelli che stanno sotto – e che li tengono in piedi – possa avere la sua fetta di guadagno. In questo caso non dovrebbe essere Roma a mandare un nuovo commissario in Calabria, ma dovrebbero essere tutti i calabresi a mandare qualcuno a Roma per indagare sulla corruzione che imperversa ai vertici del potere. Massimo Mazzucco Fonte: https://www.luogocomune.net/21-medicina-salute/5651-caso-calabria-la-vera-mafia-sta-a-roma

Vaccino forzato in Danimarca, le proteste bloccano la legge

Una legge in Danimarca che avrebbe dato alle autorità il potere di iniettare con la forza alle persone un vaccino per il coronavirus è stata abbandonata dopo nove giorni di proteste pubbliche. La «legge sull’epidemia» avrebbe conferito al governo danese il potere di emanare misure di quarantena obbligatorie contro chiunque fosse infettato da una malattia pericolosa, ma è stata la parte relativa alle vaccinazioni che ha causato il più grande clamore, scrive Summit News. Una legge in Danimarca che avrebbe dato alle autorità il potere di iniettare con la forza alle persone un vaccino per il coronavirus «L’Autorità Sanitaria Danese sarebbe in grado di definire gruppi di persone che devono essere vaccinate per contenere ed eliminare una malattia pericolosa”, riferisce il quotidiano The Local. «Le persone che rifiutano quanto sopra possono – in alcune situazioni – essere costrette con la detenzione fisica, con la polizia autorizzata ad assistere». Tuttavia, dopo nove giorni consecutivi di proteste contro la nuova legge, la proposta ora è stata demolita. https://twitter.com/robinmonotti/status/1327588831659483137?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1327588831659483137%7Ctwgr%5E&ref_url=http%3A%2F%2Fwww.renovatio21.com%2Fvaccino-forzato-in-danimarca-le-proteste-bloccano-la-legge%2F Dopo nove giorni consecutivi di proteste contro la nuova legge, la proposta ora è stata demolita Come riportato da Renovatio 21 a suo tempo, in marzo la Danimarca aveva approvato una legge di emergenza che consente al governo di costringere le persone al vaccino per il Coronavirus. In Luglio Copenhagen aveva offerto ai suoi cittadini un passaporto che li dichiara liberi dal coronavirus. Si ritiene che quello danese fosse il primo «passaporto coronavirus» in Europa Fonte: http://www.renovatio21.com/vaccino-forzato-in-danimarca-le-proteste-bloccano-la-legge/

martedì 17 novembre 2020

Vaccini: il ballo delle cifre o le balle delle lobbies?

Marcello Pamio Dopo la marchetta pubblicitaria da parte di Pfizer/BioNTech sull’efficacia al 90% del loro vaccino sperimentale, la palla è passata nella grinfie della società americana Moderna, che annuncia al mondo un vaccino efficace addirittura al 94,5%. Dopo una simile sparata può l’EMA, l’Agenzia europea del farmaco non cominciare l’iter per l’approvazione? Ovviamente no. Non c’è due senza tre. Scatta infatti la fase 3 della sperimentazione anche per un altro vaccino contro il coronavirus e questa volta tocca a quello della Janssen, società farmaceutica della Johnson&Johnson, dopo quello messo a punto dall’Università di Oxford/AstraZeneca con la collaborazione dell’italiana Irbm di Pomezia e quello di Novavax. La fase 3 del vaccino Janssen inizia oggi e coinvolgerà 30mila volontari (7000 nel Regno Unito e 23.000 in altri Paesi). Il mondo potrà tornare finalmente alla “normalità” non appena le industrie chimiche doneranno all’umanità i loro speciali vaccini? Mi dispiace perché non è mia intenzione rovinare i sogni di chi gli occhi aperti proprio non ha, ma ricordo un piccolo particolare: i produttori dei vaccini salvifici sono le più pericolose, spietate e soprattutto incriminate società! Sperare che il futuro migliore dipenda da un criminale cartello rappresentato dalle aziende più multate della storia di questo pianeta, lascia un pochettino perplessi… Johnson&Johnson ... 2018: multa da 4,69 miliardi di $ per cancro alle ovaie a causa del talco 2019: multa da 8 miliardi di $ per non aver segnalato che un farmaco poteva causare ginecomastia (ingrossamento delle mammelle negli uomini). 2020: multa da 344 milioni di $ per aver commercializzato ingannevole dispositivi della rete pelvica per le donne. Pfizer ... 2009 multa da 2,3 miliardi di $ per la commercializzazione inappropriata di alcuni medicinali. 2012 multa da 1 miliardo di $ per risarcimento danni (Prempro) 2013 multa da 288 milioni di $ per risarcimento danni (Chantix) AstraZeneca 2005 multa da 60 milioni di $ per avere utilizzato illecitamente il sistema di brevetti e le procedure di commercializzazione di prodotti farmaceutici per bloccare, o ritardare, l’ingresso sul mercato di farmaci generici 2010 multa da 520 milioni di $ per promozione illegale (Seroquel) 2010 multa di 505 milioni di £ per evasione fiscale FONTE: https://disinformazione.it/2020/11/16/vaccini-il-ballo-delle-cifre-o-le-balle-delle-lobbies/

domenica 15 novembre 2020

L’utilissima lista di 353 siti “Inaffidabili”, per avere notizie affidabili

Grazie, NewsGuard! Prezioso elenco aggiornatissimo di siti “inaffidabili” (et-complottisti, negazionisti, a volte fascisti… ma forse sono gli unici affidabili!) tratti dal sito che OVVIAMENTE si auto-referenzia implicitamente come “affidabilissimissimo”… ma che ALLA RESA DEI CONTI potrebbe rivelarsi inaffidabile: FATE VOI! PER FACILITARE LA VISUALIZZAZIONE SI PUO’ ANDARE DIRETTAMENTE SUL LINK DELL’AFFIDABILE-INAFFIDABILE: Centro di monitoraggio della disinformazione relativa al Coronavirus Siti inaffidabili che hanno pubblicato affermazioni false sul coronavirus: 353 e in continuo aumento Con la diffusione in tutto il mondo del coronavirus che causa il COVID-19, si stanno diffondendo anche informazioni false e fuorvianti sul virus e sulla sua malattia. Puoi monitorare la diffusione di queste informazioni pericolose sul Centro di monitoraggio della disinformazione relativa al coronavirus di NewsGuard. Di seguito sono elencati tutti i siti di notizie con valutazione “rossa” da parte di NewsGuard (ovvero inaffidabili) che abbiamo identificato aver pubblicato informazioni false o fuorvianti legate al virus in Italia, Francia, Germania, Regno Unito e Stati Uniti – fino ad ora 353. Troverai siti noti per la pubblicazione di contenuti falsi sulla salute e siti politici le cui teorie del complotto si estendono ben oltre la politica. Tra le notizie false pubblicate in questi siti ci sono ad esempio le affermazioni secondo cui l’assunzione di candeggina o di argento colloidale possa prevenire il COVID-19 – quando in realtà queste terapie possono essere molto pericolose. Leggi il nostro report sulle notizie false più diffuse sul COVID-19 e come si sono sviluppate. Per leggere la recensione completa di ogni sito, clicca sul nome della testata e accedi alla scheda informativa di NewsGuard (in alcune schede i contenuti relativi al coronavirus sono stati evidenziati).Inutile dire che questo è un lavoro in corso su un tema che ha nuovi sviluppi ogni giorno. Se hai trovato informazioni false sul COVID-19 in un sito che non abbiamo elencato qui di seguito, segnalacelo qui o contattaci tramite la nostra hotline sulla disinformazione. Per saperne di più sul lavoro di NewsGuard sulla disinformazione relativa al coronavirus, leggi questo articolo scritto da uno dei nostri analisti, guarda questo servizio della BBC, o leggi l’articolo di Pensiero Scientifico Editore pubblicato sul sito dell’Ordine dei Medici, Dottoremaeveroche.it. Per informazioni affidabili sul COVID-19 ti invitiamo a consultare siti di istituti di sanità pubblica come quelli del Ministero della Salute, dell’Ordine dei Medici e dell’Organizzazione mondiale della sanità. Siti che hanno pubblicato informazioni false o fuorvianti sul coronavirus: Elencati per paese (in ordine alfabetico) Italia AmbienteBio.it AutismoVaccini.org ByoBlu.com CaffeinaMagazine.it ComeDonChisciotte.org ControInformazione.info Contro.tv Corvelva.it DataBaseItalia.it Disinformazione.it FanMagazine.it FonteVerificata.it GospaNews.net IlPopulista.it IlPrimatoNazionale.it ImolaOggi.it It.SputnikNews.com LaCrunaDellAgo.net LaVoceDelTrentino.it Leggilo.org LuogoCommune.net MaurizioBlondet.it MedNat.org NoGeoingegneria.com Oltre.tv PandoraTv.it Renovatio21.com ScenariEconomici.it SegniDalCielo.it StefanoMontanari.net StopCensura.info ViralMagazine.it VoxNews.info Francia AlterInfo.net AnguilleSousRoche.com AntiPresse.net AubeDigitale.com Brujitafr.fr Cogiito.com Contre-Info.com CrashDeBug.fr DisSept.com EchelleDeJacob.blogspot.com EgaliteEtReconciliation.fr EpochTimes.fr ExoPortail.com Fawkes-News.com FL24.net FranceSoir.fr Fr.SputnikNews.com French.PressTV.com French.Xinhuanet.com Geopolintel.fr Ho1.us LanceurdAlerte.info Lecourrier-du-soir.com LeLibrePenseur.org LesMoutonsEnrages.fr LesMoutonsRebelles.com LeSalonBeige.fr LinfoLibre.com LumiereSurGaia.com Medias-Presse.info NoSignalFound.fr NouvelOrdremondial.cc NS2017.Wordpress.com ObservateurContinental.fr Panamza.com Patriote.Info Qactus.fr Regenere.org ReseauInternational.net ResistanceRepublicaine.eu RiposteLaique.com Wikistrike.com Germania Altermedzentrum.com AndreasKalcker.com AnonymousNews.ru Compact-Online.de Connectiv.events Contra-Magazin.com De.News-Front.info De.SputnikNews.com Deutsch.RT.com Deutschland-Kurier.org DieUnbestechlichen.com EpochTimes.de FreieWelt.net Indexexpurgatorius.wordpress.com JournalistenWatch.com KenFM.de Legitim.ch Liebeisstleben.de MariaLourdesBlog.com Medizin-Heute.net N23.tv Naturstoff-Medizin.de Opposition24.com Politaia.org Politikstube.com PolitikVersagen.net Pravda-TV.com Rubikon.news ScienceFiles.org Snap4Face.com SWPRS.org ViralVirus.de Watergate.tv Regno Unito DavidIcke.com DefendEvropa.com EnergyTherapy.biz Off-Guardian.org Oye.news Politicalite.com PressTV.com UKColumn.org London Real Network (2 domini) FreedomPlatform.tv LondonReal.tv Stati Uniti ActivistPost.com AgeOfAutism.com AltHealthWorks.com AmericanActionNews.com AmericaFirstProjects.com AmericasFrontlineDoctorSummit.com AmericanThinker.com AnthonyBLogan.com BB4SP.com BeforeItsNews.com BigLeaguePolitics.com BreakingChristianNews.com Breitbart.com Brighteon.com BuffaloChronicle.com Channel22News.com ChaosPost.com CharismaNews.com ChildrensHealthDefense.org ClashDaily.com Collective-Evolution.com ConservativeFiringLine.com ConservativePost.com ConservativeDailyPost.com Covid19Refusers.com CuriousMindMagazine.com DailyPatriotReport.com DailyPoliticalNewswire.com DavidHarrisJr.com DCClothesline.com DCDirtyLaundry.com DiamondandSilk.com Disrn.com DJHJMedia.com DoctorDavidFriedman.com DrSergeGregoire.com En-Volve.com FakePandemic.com FinishTheRace.com FocusOnTheFamily.com FrontPageMag.com FTBAgency.com GellerReport.com GlennBeck.com GNews.org GreenMedInfo.com HealingOracle.ch HealthImpactNews.com HealthNutNews.com Herbs-Info.com HolisticHealth.one HomeNaturalCures.com HumansAreFree.com IndependentSentinel.com InformationLiberation.com InfoWars.com Intellihub.com JimBakkerShow.com JimHumble.co KellyBroganMD.com MadWorldNews.com Medicine-Today.net Mercola.com NaturalHealth365.com NewsBlaze.com Newsmax.com NourishingTraditions.com NowTheEndBegins.com n5ti.com OANN.com Objectivist.co OrganicConsumers.org PJMedia.com PlandemicMovie.com PowderedWigSociety.com Prageru.com PrankMania.com Prntly.com PuppetStringNews.com RealFarmacy.com RedState.com RedStateWatcher.com Revolver.news RonPaulInstitute.org RushLimbaugh.com ShadOlsonShow.com SMObserved.com SonsOfLibertyMedia.com SOTT.net StopMandatoryVaccination.com Technocracy.news TechStartups.com TheAlternativeDaily.com TheAmericanMirror.com TheBlaze.com TheBL.com TheConservativeTreeHouse.com TheDonald.win TheEpochTimes.com TheFullertonInformer.com TheGatewayPundit.com TheHealthyAmerican.org TheHighWire.com TheHornNews.com TheLibertyEagle.com TheMindUnleashed.com ThePuristOnline.com TheTrumpNewsGazette.com TheTruthAboutCancer.com TheWashingtonSentinel.com TheWashingtonStandard.com TheWeeklyObserver.com TheVaccineReaction.org ThinkAmericana.com TierneyRealNewsNetwork.com TrendingPolitics.com TruePundit.com TrumpTrainNews.com TruthUncensored.net Vaxxter.com WakingTimes.com WashingtonTimes.com WatchUncensored.com WayneDupree.com WestonAPrice.org WND.com WorldHealth.net WorldNewsDailyReport.com WorldTruth.tv ZeroHedge.com 21stCenturyWire.com COVIDAnalysis Network (3 domini) C19Study.com C19HCQ.com HCQTrial.com NaturalNews.com Network (85 domini) NaturalNews.com Banned.news Biased.news BigPharmaNews.com Bioterrorism.news BreakThrough.news CaliforniaCollapse.news CDC.news Censorship.news ClearNewsWire.com Collapsifornia.com Conspiracy.news Cures.news DangerousMedicine.com Depopulation.news Discoveries.news Disinfo.news DrugCartels.news Eugenics.news Extinction.news FactCheck.news Faked.news FluSurvival.com Freedom.news Genocide.news GeneticLunancy.com Healing.news Health.news HealthFreedom.news HealthRangerReport.com Herbs.news Honest.news Immunization.news Infections.news Influenza.news Journalism.news MediaFactWatch.com MedicalExtremism.com MedicalTyranny.com MedicalViolence.com Medicine.news NaturalCures.news NaturalHealth.news NaturalMedicine.news NaturalNewsRadio.com Naturopathy.news NewsFakes.com NewsTarget.com NYTWatch.com OpenBorders.news Outbreak.news Pandemic.news Panic.news PerscriptionWarning.com PlantMedicine.news PopulationControl.news Propaganda.news RealInvestigations.news Remedies.news Research.news Risk.news ScienceClowns.com ScienceFraud.news Science.news Scientific.news ScienceTyranny.com Sheeple.news SHTF.news Skeptics.news Superbugs.news TechGiants.news Technocrats.news Toxins.news Twisted.news Tyranny.news Uprising.news VaccineDeaths.com VaccineDamage.news VaccineHolocaust.org VaccineInjuryNews.com VaccineJihad.com Vaccines.news VaccineWars.com VitaminD.news WaPoop.news WashingtonPosted.news Now8News.com Network (2 domini) Breaking13News.com Altro GlobalResearch.ca (con sede in Canada) GlobalTimes.cn (con sede in Cina) GreatGameIndia.com (con sede in India) IFPNews.com (con sede in Iran) Kla.tv (con sede in Svizzera) LesObservateurs.ch (con sede in Svizzera) Mondialisation.ca (con sede in Canada) TheDuran.com (con sede a Cipro) 24Jours.com (sconosciuto, probabilmente Africa francofona) Fonte: https://www.maurizioblondet.it/lutilissima-lista-di-353-siti-inaffidabili-per-avere-notizie-affidabili/

Sconvolgente lettera dell’arcivescovo Viganò a Trump sul Deep State e la Deep Church…

LETTERA APERTA al Presidente degli Stati Uniti d’America Donald J. Trump Domenica 25 Ottobre 2020 Solennità di Cristo Re Signor Presidente, mi consenta di rivolgermi a Lei, in quest’ora in cui le sorti del mondo intero sono minacciate da una cospirazione globale contro Dio e contro l’umanità. Le scrivo come Arcivescovo, come Successore degli Apostoli, come ex-Nunzio apostolico negli Stati Uniti d’America. Le scrivo nel silenzio delle autorità civili e religiose: voglia accogliere queste mie parole come la «voce di uno che grida nel deserto» (Gv 1, 23). Come ho avuto modo di scriverLe nella mia Lettera dello scorso Giugno, questo momento storico vede schierate le forze del Male in una battaglia senza quartiere contro le forze del Bene; forze del Male che sembrano potenti e organizzate dinanzi ai figli della Luce, disorientati e disorganizzati, abbandonati dai loro capi temporali e spirituali. Sentiamo moltiplicarsi gli attacchi di chi vuole demolire le basi stesse della società: la famiglia naturale, il rispetto per la vita umana, l’amore per la Patria, la libertà di educazione e di impresa. Vediamo i capi delle Nazioni e i leader religiosi assecondare questo suicidio della cultura occidentale e della sua anima cristiana, mentre ai cittadini e ai credenti sono negati i diritti fondamentali, in nome di un’emergenza sanitaria che sempre più si rivela come strumentale all’instaurazione di una disumana tirannide senza volto. Un piano globale, denominato Great Reset, è in via di realizzazione. Ne è artefice un’élite che vuole sottomettere l’umanità intera, imponendo misure coercitive con cui limitare drasticamente le libertà delle persone e dei popoli. In alcune nazioni questo progetto è già stato approvato e finanziato; in altre è ancora in uno stadio iniziale. Dietro i leader mondiali, complici ed esecutori di questo progetto infernale, si celano personaggi senza scrupoli che finanziano il World Economic Forum e l’Event 201, promuovendone l’agenda. Scopo del Great Reset è l’imposizione di una dittatura sanitaria finalizzata all’imposizione di misure liberticide, nascoste dietro allettanti promesse di assicurare un reddito universale e di cancellare il debito dei singoli. Prezzo di queste concessioni del Fondo Monetario Internazionale dovrebbe essere la rinuncia alla proprietà privata e l’adesione ad un programma di vaccinazione Covid-19 e Covid-21 promosso da Bill Gates con la collaborazione dei principali gruppi farmaceutici. Aldilà degli enormi interessi economici che muovono i promotori del Great Reset, l’imposizione della vaccinazione si accompagnerà all’obbligo di un passaporto sanitario e di un ID digitale, con il conseguente tracciamento dei contatti di tutta la popolazione mondiale. Chi non accetterà di sottoporsi a queste misure verrà confinato in campi di detenzione o agli arresti domiciliari, e gli verranno confiscati tutti i beni. Signor Presidente, immagino che questa notizia Le sia già nota: in alcuni Paesi, il Great Reset dovrebbe essere attivato tra la fine di quest’anno e il primo trimestre del 2021. A tal scopo, sono previsti ulteriori lockdown, ufficialmente giustificati da una presunta seconda e terza ondata della pandemia. Ella sa bene quali mezzi siano stati dispiegati per seminare il panico e legittimare draconiane limitazioni delle libertà individuali, provocando ad arte una crisi economica mondiale. Questa crisi serve per rendere irreversibile, nelle intenzioni dei suoi artefici, il ricorso degli Stati al Great Reset, dando il colpo di grazia a un mondo di cui si vuole cancellare completamente l’esistenza e lo stesso ricordo. Ma questo mondo, Signor Presidente, porta con sé persone, affetti, istituzioni, fede, cultura, tradizioni, ideali: persone e valori che non agiscono come automi, che non obbediscono come macchine, perché dotate di un’anima e di un cuore, perché legate tra loro da un vincolo spirituale che trae la propria forza dall’alto, da quel Dio che i nostri avversari vogliono sfidare, come all’inizio dei tempi fece Lucifero con il suo «non serviam». Molti – lo sappiamo bene – considerano con fastidio questo richiamo allo scontro tra Bene e Male, l’uso di toni “apocalittici”, che secondo loro esasperano gli animi e acuiscono le divisioni. Non c’è da stupirsi che il nemico si senta scoperto proprio quando crede di aver raggiunto indisturbato la cittadella da espugnare. C’è da stupirsi invece che non vi sia nessuno a lanciare l’allarme. La reazione del Deep State a chi denuncia il suo piano è scomposta e incoerente, ma comprensibile. Proprio quando la complicità dei media mainstream era riuscita a rendere quasi indolore e inosservato il passaggio al Nuovo Ordine Mondiale, vengono alla luce inganni, scandali e crimini. Fino a qualche mese fa, sminuire come «complottisti» coloro che denunciavano quei piani terribili, che ora vediamo compiersi fin nei minimi dettagli, era cosa facile. Nessuno, fino allo scorso febbraio, avrebbe mai pensato che si sarebbe giunti, in tutte le nostre città, ad arrestare i cittadini per il solo fatto di voler camminare per strada, di respirare, di voler tenere aperto il proprio negozio, di andare a Messa la domenica. Eppure avviene in tutto il mondo, anche in quell’Italia da cartolina che molti Americani considerano come un piccolo paese incantato, con i suoi antichi monumenti, le sue chiese, le sue incantevoli città, i suoi caratteristici villaggi. E mentre i politici se ne stanno asserragliati nei loro palazzi a promulgare decreti come dei satrapi persiani, le attività falliscono, chiudono i negozi, si impedisce alla popolazione di vivere, di muoversi, di lavorare, di pregare. Le disastrose conseguenze psicologiche di questa operazione si stanno già vedendo, ad iniziare dai suicidi di imprenditori disperati, e dai nostri figli, segregati dagli amici e dai compagni per seguire le lezioni davanti a un computer. Nella Sacra Scrittura, San Paolo ci parla di «colui che si oppone» alla manifestazione del mistero dell’iniquità, il kathèkon (2Tess 2, 6-7). In ambito religioso, questo ostacolo è la Chiesa e in particolare il Papato; in ambito politico, è chi impedisce l’instaurazione del Nuovo Ordine Mondiale. Come ormai è evidente, colui che occupa la Sede di Pietro, fin dall’inizio ha tradito il proprio ruolo, per difendere e promuovere l’ideologia globalista, assecondando l’agenda della deep church, che lo ha scelto dal suo grembo. Signor Presidente, Ella ha chiaramente affermato di voler difendere la Nazione – One Nation under God, le libertà fondamentali, i valori non negoziabili oggi negati e combattuti. È Lei, Caro Presidente, «colui che si oppone» al deep state, all’assalto finale dei figli delle tenebre. Per questo occorre che tutte le persone di buona volontà si persuadano dell’importanza epocale delle imminenti elezioni: non tanto per questo o quel punto del programma politico, quanto piuttosto perché è l’ispirazione generale della Sua azione che meglio incarna – in questo particolare contesto storico – quel mondo, quel nostro mondo, che si vorrebbe cancellare a colpi di lockdown. Il Suo avversario è anche il nostro: è il Nemico del genere umano, colui che è «omicida sin dal principio» (Gv 8, 44). Attorno a Lei si riuniscono con fiducia e coraggio coloro che La considerano l’ultimo presidio contro la dittatura mondiale. L’alternativa è votare un personaggio manovrato dal deep state, gravemente compromesso in scandali e corruzione, che farà agli Stati Uniti ciò che Jorge Mario Bergoglio sta facendo alla Chiesa, il Primo Ministro Conte all’Italia, il Presidente Macron alla Francia, il Primo Ministro Sanchez alla Spagna, e via dicendo. La ricattabilità di Joe Biden – al pari di quella dei Prelati del “cerchio magico” vaticano – consentirà di usarlo spregiudicatamente, consentendo a poteri illegittimi di interferire nella politica interna e negli equilibri internazionali. È evidente che chi lo manovra ha già pronto uno peggiore di lui con cui sostituirlo non appena se ne presenterà l’occasione. Eppure, in questo quadro desolante, in questa avanzata apparentemente inesorabile del «Nemico invisibile», emerge un elemento di speranza. L’avversario non sa amare, e non comprende che non basta assicurare un reddito universale o cancellare i mutui per soggiogare le masse e convincerle a farsi marchiare come capi di bestiame. Questo popolo, che per troppo tempo ha sopportato i soprusi di un potere odioso e tirannico, sta riscoprendo di avere un’anima; sta comprendendo di non esser disposto a barattare la propria libertà con l’omologazione e la cancellazione della propria identità; sta iniziando a capire il valore dei legami familiari e sociali, dei vincoli di fede e di cultura che uniscono le persone oneste. Questo Great Reset è destinato a fallire perché chi lo ha pianificato non capisce che ci sono persone ancora disposte a scendere nelle strade per difendere i propri diritti, per proteggere i propri cari, per dare un futuro ai propri figli. L’inumanità livellatrice del progetto mondialista si infrangerà miseramente dinanzi all’opposizione ferma e coraggiosa dei figli della Luce. Il nemico ha dalla sua parte Satana, che non sa che odiare. Noi abbiamo dalla nostra parte il Signore Onnipotente, il Dio degli eserciti schierati in battaglia, e la Santissima Vergine, che schiaccerà il capo dell’antico Serpente. «Se Dio è per noi, chi sarà contro di noi?» (Rm 8, 31). Signor Presidente, Ella sa bene quanto gli Stati Uniti d’America, in quest’ora cruciale, siano considerati l’antemurale contro cui si è scatenata la guerra dichiarata dai fautori del globalismo. Riponga la Sua fiducia nel Signore, forte delle parole dell’Apostolo: «Posso tutto in Colui che mi dà forza» (Fil 4, 13). Essere strumento della divina Provvidenza è una grande responsabilità, alla quale corrisponderanno certamente le grazie di stato necessarie, ardentemente implorate dai tanti che La sostengono con le loro preghiere. Con questo celeste auspicio e l’assicurazione della mia preghiera per Lei, per la First Lady, e per i Suoi collaboratori, di tutto cuore Le giunga la mia Benedizione. God bless the United States of America! Carlo Maria Viganò Arcivescovo Titolare di Ulpiana, già Nunzio Apostolico negli Stati Uniti d’America Tratto da: https://disinformazione.it/2020/10/30/sconvolgente-lettera-dellarcivescovo-vigano-a-trump-sul-deep-state-e-la-deep-church/

venerdì 13 novembre 2020

Dichiarazione del Presidente Trump – 7 novembre 2020

“Sappiamo tutti perché Joe Biden si sta affrettando a fingersi falsamente vincitore, e perché i suoi alleati media stiano cercando così duramente di aiutarlo: non vogliono che la verità venga rivelata. Queste elezioni sono tutt'altro che finite. Joe Biden non è stato certificato vincitore in nessuno stato, per non parlare degli stati altamente contestati costretti a riconteggi obbligatori o stati in cui la nostra campagna ha sfide legali valide e legittime che potrebbero determinare il vincitore finale. In Pennsylvania, ad esempio, ai nostri osservatori legali non è stato consentito un accesso significativo per osservare il processo di conteggio. I voti legali decidono chi è il presidente, non i media. A partire da lunedì, la nostra campagna inizierà a portare avanti il nostro caso in tribunale per garantire che le leggi elettorali siano pienamente rispettate e che il legittimo vincitore sia seduto. Il popolo americano ha diritto a un’elezione onesta: ciò significa contare tutte le schede legali e non quelle illegali. Questo è l’unico modo per garantire che il pubblico abbia piena fiducia nelle nostre elezioni. Rimane scioccante che Biden si rifiuti di concordare con questo principio di base volendo che vengano contate le schede elettorali anche se fraudolente o espresse da elettori non ammissibili o deceduti. Solo una parte coinvolta in azioni illecite terrebbe illegalmente gli osservatori fuori dalla sala di conteggio bloccando l’acceso in tribunale. Allora cosa nasconde Biden? Non mi fermerò finché il popolo americano non avrà il numero di voti onesti che merita e che la democrazia richiede”. – President Donald J. Trump

LA VITA CHE VORREI

La vita che vorrei, l'ho visto in un sogno, era libertà senza alcun bisogno. Era pace e serenità, dove ognuno si esprimeva in libertà. Si giocava per giocare divertirsi e lasciarsi andare. Si lavorava per creare tutto ciò che poteva servire. Si condivideva la vita sociale, vi era tutto ciò che non deve mancare. Ci si ritirava dalle attività quando la famiglia aveva bisogno di intimità. Ognuno sapeva cosa doveva fare e chi si perdeva, si faceva aiutare. Tutto ciò senza giri di parole, bastava solo: Ascoltare, Aiutare e Amare. Poi mi sono svegliata, finito il SOGNO è riapparso il BISOGNO. Ho visto la trappola dimensionale dalla quale in pochi riescono a scappare. Sogno-Bisogno, Sogno-Bisogno continuavo a recitare come se non mi volessi svegliare. SOGNO e BI-SOGNO la realtà è il sogno rispecchiato, per questo all'opposto viene manifestato. La vita a specchio ti risponde, se alzi la mano sinistra, è la destra che ti risponde. Questo è l'inganno della nostra mente, farci sognare per non essere presente. Siamo vivi nel SOGNO e dormienti nel BI-SOGNO. Così continuiamo a sognare quel nuovo mondo che vogliamo creare, senza iniziare realmente a fare per poterlo manifestare. Dal profondo ❤ Gura (Zelia Reggianini)

sabato 3 ottobre 2020

“Come mai prima”. Coca Cola e la nuova normalità…

Marcello Pamio Alzi la mano chi vorrebbe tornare alla normalità. Bene….ora potete abbassarla, perché non torneremo mai più alla vita precedente. Il Sistema ce lo sta dicendo in ogni modo e in tutte le salse, a tal punto che perfino Coca Cola si è scomodata! Ha realizzato uno spot geniale dove un uomo di colore spiega a voce la bellezza di guardare con occhi diversi la “nuova normalità”. Un messaggio apparentemente condivisibile, ma all’inizio e alla fine dello spot i geni pubblicitari hanno inserito tre paroline semplici: “Come Mai Prima”! Ufficialmente si riferisce al fatto che la corporazione che produce la bevanda più conosciuta e purtroppo più bevuta al mondo, ci tiene a fare sapere ai suoi consumatori che ci sarà “come mai prima”. Invece di investire milioni per sistemare i danni che il colosso crea in giro per il mondo, ha donato 100 milioni di dollari alle organizzazioni in prima linea che fronteggiano il Covid-19. Ovviamente il messaggio subliminale dello spot è leggermente diverso: “Non torneremo Mai più Come Prima”
Avete capito? Tutti voi retrogradi che vorreste tornare alla bella vita (per modo di dire) precedente, mettetevelo dentro quella zucca vuota. Non torneremo mai più alla “normalità” per il semplice fatto che dovremo abituarci alla situazione psicopatologica odierna: mascherine, isolamento, distanziamento, delazione, tamponi ai bambini quotidianamente a scuola, e dulcis in fundo vaccini per tutti, come se non ci fosse un domani.
Ecco perché nessuno dà speranza e buone notizie, perché per il Sistema non sarà MAI COME PRIMA! Tutto qua. Stanno (mal)trattando socio-psicologicamente i bambini piccoli, con lo scopo di inoculare direttamente dentro l’inconscio e il DNA comune la concezione e la visione della nuova società del futuro, di quel “Mondo Nuovo” tanto agognato dal visionario Aldous Huxley. Video dello spot della Coca-Cola
FONTE: https://disinformazione.it/2020/10/01/mai-come-prima-parola-di-coca-cola/

mercoledì 16 settembre 2020

Melkizedek, il Re del Mondo

di Mike Plato Noi abbiamo un vero Re; egli abita al di là delle montagne…E’ vicino a noi, ma noi siamo lontani da lui. La sua dimora è inaccessibile, nessuna lingua può pronunciare il suo nome. Davanti a lui sono stesi centomila veli di luce e ombra…(Farid ad-Din Attar, La Lingua degli Uccelli) Qual è il fattore che accomuna Jacques de Molay, ultimo Gran Maestro dei Templari, Mark Hedsel, autore di uno splendido libro sul mondo ermetico (L’Iniziato), Adso de Melk, il protagonista de Il Nome della Rosa di Eco, Mul.Kak.Sidi, il nome che i sumeri davano alla stella Sirio e Mikael Kadosh, San Michele per gli Ebrei? Uno solo: Melkizedek, “il Re del Mondo”. Ttti questi nomi sono anagrammi di un nome antico e arcano, un nome tanto importante per tutte le religioni planetarie, quanto sconosciuto. “Perché le genti congiurano, perché invano cospirano i popoli? Insorgono i Re della Terra e i principi congiurano insieme contro l’Altissimo e il suo Messia…Io l’ho costituirò mio Sovrano su Zion, il mio santo monte (Salmi 2:1)”. Questo passo introduce un tema ignoto ai più: la presenza di un Dio Altissimo (El Elyion), il vertice e centro assoluto della piramide che emana dalle forze della Creazione, e del suo “Araldo”, cioé l’inviato in questo piano di realtà per salvare e liberare le anime volenterose dall’oppressione dei Principati terrestri e celesti, quelli che gli gnostici chiamavano “Arconti planetari”, gli avversari del principe luminoso. Colui che un tempo era noto come “Melkizedek, Re di Salem e di Sion”, il “Supremo Guerriero della Luce”. Questi sono i tempi giusti per manifestare verità da troppo tempo occultate per prudenza, o spesso per motivi di egoismo iniziatico, caratterizzato da una segretezza e da un silenzio spesso fini a sé stessi. Il tema di Melkizedek, il Re del Mondo, è troppo importante per tacerlo, anche per coloro che non hanno mai sentito parlare di Lui. Ma la storia di quest’Eroe segreto del genere umano, colui che fu codificato da Eschilo come Prometeo, merita che venga sommariamente narrata e rinviamo i lettori al nostro prossimo saggio sullo stesso Melkizedek e la Tradizione dei Vigilanti.San Paolo testimoniava in Ebrei 7:3 che Melkizedek fosse l’ingenerato: “Egli è senza padre, né madre, senza genealogia, senza principio di giorni né fine di vita, fatto simile al Figlio di Dio e rimane Sacerdote in eterno”. Chi è questo fantomatico personaggio? Era un essere in carne ed ossa? Uno straordinario Re-Sacerdote di un passato ormai dimenticato? O piuttosto un’Intelligenza eterna? Comprendendo l’assoluto valore della figura di Melkitsedeq e il suo ruolo su questo piano, siamo meravigliati della scarsità di informazioni e di ricerche sul suo conto. In verità, il “Re del Mondo”, personaggio metafisico a cui accennò anche Giovanna d’Arco in alcune sue lettere agli inglesi, è noto a pochi. Ancor più ignoto è il suo supremo Ordine, detto appunto, di Melkitsedeq, l’Ordine Iniziatico che si adopera nel governare con Giustizia tutte le cose di questo Pianeta (Piano dimensionale). Fin dalle epoche più lontane, esiste sulla Terra un centro iniziatico, di natura metafisica, che domina su tutti gli altri i quali non sono che ramificazioni di questo centro principale, dove la luce non si è mai persa nel corso dei secoli. Per conservare questa fiamma, occorre che esista un Essere che possieda tutta la conoscenza e tutti i poteri, un Essere che sia il “rappresentante di Dio sulla Terra”, un eterno mediatore. Questa energia-entità esiste realmente, è menzionata nella Bibbia e nelle tradizioni di tutti i popoli sebbene con nomi differenti, e non si può dubitare della sua esistenza. Tra gli Esseni e i Qabalisti ebraici porta proprio il nome di “Melkizedek, il Re di Giustizia” o “Supremo Maestro di Giustizia”, ma a seconda dei suoi aspetti e delle culture, fu chiamato indifferentemente Cristo, Zorokothòra, Metatron, Michael, Mercurio, Merlino (Myrddyn), Artù, Toth, Osiride, Adam Kadmon, Krishna, Buddha, Apollo, Horus, Hermes Trismegisto, Mithra e Ahura Mazda. Egli è fondamentalmente trino, ossia presenta tre aspetti: Padre, Madre e Figlio. Ciò significa che si rivela anche e soprattutto nell’archetipo della Grande Madre Celeste: la Sophia, chiamata Maria, Iside, Shekinà ecc. Tutti gli dèi degli antichi misteri sono lui (suoi aspetti), e lui è loro. La Tradizione Primordiale lo tramanda come l’“Eterno Signore della Luce”, il “Principe della Luce”, Vergine di Luce, Lucifero (portatore di Luce Vera), Antico dei Giorni, Adam Kadmon, Figlio Messaggero, su questo piano, del Supremo Creatore. La Tradizione di Melkizedek
Melkizedek non era certamente un Re in carne ed ossa o un misterioso profeta arcaico, come molti esegeti ancora si ostinano a pensare. Egli è un’Intelligenza-Energia che in determinati cicli si manifesta in un uomo per insegnare la Via della Liberazione. Melkizedek è anche la carica o “nome sacerdotale” delle divine gerarchie o di uomini semi-dei che si impegnarono nel duplice ufficio di Sacerdoti e Re, poiché Melkizedek è sia la sacra regalità che il sacro sacerdozio (che porta con sé la Taumaturgia). Gli ultimi Melkizedek sono stati, infatti, alcuni Re della Sacra dinastia Merovingia, gli eredi di sangue di stirpe Davidica. Venanzio Onorio Clemanziano Fortunato, meglio noto come San Fortunato, cantò l’elogio di molti Re Merovingi definendoli pìi, buoni e generosi, e disse di Childeberto (sacramentario carolingio II,10): “Melchisedeq noster, merito rex atque sacerdos complevit laicus religionis opus”. “Il nostro Melkisedeq (Childeberto stesso N.d.A.), a buon diritto Re e Sacerdote, ha compiuto da laico l’opera della religione (la Grande Opera? N.d.A.)”. Trattasi di un documento eccezionale, testimoniante l’appartenenza dei Re Sacri Merovingi alla stirpe del Graal e alla Tradizione Primordiale, nonché la loro natura di grandi alchimisti, poiché la vera opera della religione (da “rilegare” ovvero “unirsi con Dio”) è occultamente la Grande Opera Alchemica. Nel ciclo pre-diluviano quest’Opera fu manifestata compiutamente solo da Enoch (che assurse al rango del “Metatron”, cioè l’angelo del Trono Divino e Principe della Presenza) e in quello post-diluviano solo da Gesù (e forse da Gauthama Siddharta, Buddha). Tanto El Elyion, il nome cabalistico del Dio dell’Universo, che Melkizedek, il suo araldo, provengono, secondo le nostre ricerche, dalla tradizione fenicio-cananea, da quel popolo che gli Egizi conosceranno come “Hiksos” o meglio “Poen-Hiksos” (Hiksos di Poen, cioè i Fenici). I Siro-Fenici cananei lo chiamavano Melkart (associato ad Ercole) rappresentando la divinità più importante dopo El (l’Altissimo), prova ne sia che Mercurio (altro aspetto di Melkizedek) era il Dio dei Mercanti che a prescindere dai significati occulti, potevano essere solo i Fenici, detti “popoli del mare”, perché grandissimi navigatori e mercanti. Abramo, a cui si associa la prima apparizione biblica di Melkizedek, era di lignaggio ariano Mitanni, della stessa stirpe da cui generarono i Fenici, proveniente com’era da Ur di Mesopotamia. L’episodio di Genesi in cui Melkizedek lo benedice, è la testimonianza che Abramo entrò a contatto con la grande Tradizione siro-ariana del Re di Giustizia (Melkizedek appunto), e che egli stesso fosse divenuto un grande Re-Sacerdote al modo di Melkizedek. E’ noto che i “Poen-Hiksos” (Fenici) fossero governati da Re aventi funzioni sacerdotali, come impone da sempre l’Ordine di Melkizedek. Le stesse Tavole di Ugarit, che danno testimonianza della tradizione di El Elyion, erano siro-fenicie. La stirpe regale di Giacobbe e Davide, secondo le nostre ricerche era siro-fenicia cananea, o Hiksos, i famosi i “Faraoni pastori” o “Pastori di popoli”, codificati in Genesi come “Pastori di greggi”. Nell’episodio biblico di Giuseppe – un membro regale di probabile origine Hiksos, che la storia egizia tramanderà come Yusuf Yuya – è detto che tutti i “Pastori di Greggi” fossero un abominio per gli egiziani (Genesi 46:34). E’ noto che gli egizi odiassero gli invasori Hiksos, che iniziarono ad invadere la Terra d’Egitto più o meno nello stesso periodo in cui la Bibbia narra che gli Israeliti, con Giacobbe e Giuseppe, iniziassero a divenirvi numerosi. E’ molto probabile che gli Hiksos portassero, o quantomeno tentassero, di rivitalizzare in Egitto la Tradizione primigenia del Re solare, in uso in ambito pre-dinastico e durante le prime Dinastie, grazie a una classe sovrana di origine ariana chiamata “Shemsu Hor”, la quale lasciò le sue tracce sino alla fine dell’Antico Regno. Questo tentativo non riuscì in pieno, come proverebbe la vicenda di Akhenaton che di Giuseppe era forse discendente per parte di madre (Tiye). “Facciamo comunione…”
Nella Bibbia Melkizedek è citato tre volte: in Genesi, nei Salmi davidici e nella Lettera agli Ebrei di S.Paolo. La prima, come detto, é in Genesi 14:17 ove si presenta, o meglio, si manifesta ad Abramo e gli offre “pane e vino”, facendogli capire che Egli è il “Sacerdote dei Sacerdoti” La Tradizione eucaristica del pane e vino verrà manifestata, come è noto, da Gesù nell’ultima cena. Quella del pane e del vino è comunque, una cerimonia antichissima, di natura prettamente alchemica, attuata in moltissimi antichi riti: quelli relativi alla Grande Madre, quelli bacchici, quelli dionisiaci e quelli egizi. Non è certo nata col Cristianesimo, ma i redattori dei Vangeli, essendo iniziati Esseni, oltre che discepoli del Cristo, intesero svelare il tema occulto dell’unione mistica di pane e vino, del maschile e femminile, risultato del lavoro del sistema cerebrospinale umano (cfr HERA n°44 pag.). Nel capitolo 68 del Per Em Ra (Libro dei Morti egizio) è detto: “Comunichiamoci (facciamo comunione) tutti insieme col pane consacrato; il nostro pane per la comunione sarà confezionato col grano bianco ed il nostro vino per la comunione sarà distillato dai chicchi di uva rossa” e nel capitolo 79 è detto: “Io ricevo sul mio altare le offerte sepolcrali…Io, Osiride, comunico con voi tramite sacrifici liquidi…Sappilo! Il Pane della tua comunione e il Vino della tua comunione e tutte le offerte sepolcrali a te destinate, sono emanazioni dell’occhio di Ra” (cioè il “terzo occhio“, la ghiandola pineale). L’offerta di pane e vino da parte di Melkizedek è la prova che egli è tanto il principio femminile lunare nell’uomo (il pane filosofale), quanto il principio solare maschile nella donna (il vino). Egli si esprime nell’uomo e nella donna con modalità di polarità inversa, al fine di riunire le due nature in ciascun essere umano, riequilibrando le polarità stesse (la Giustizia). Laddove Melkizedek offre pane e vino ad Abramo, Gesù lo offre ai suoi discepoli. E allo stesso modo in cui Melkizedek mangia e beve quel pane e quel vino in Abramo, offrendoselo da sé stesso, la medesima cosa opera Cristo con ogni suo vero fedele (“mangiate la mia carne e bevete il mio sangue”). Ciò costituisce lo scheletro del sacrificio alchemico al modo di Melkizedek e trova l’espressione artistica più sublime nell’opera di Hubert e Jan van Eyck, “l’Adorazione dell’agnello mistico”, dove il pane, il principio lunare è l’agnello sacrificale che offre il suo sangue, il vino, il principio solare, nella coppa mistica. Re di un mondo interiore Laurence Gardner, ne La Genesi dei Re del Graal, ha sottovalutato questa figura, focalizzandosi piuttosto su “Enki il Saggio”, il sumerico re delle acque e della terra, che a suo parere è stato l’iniziatore della stirpe cainica-davidica. Il suo errore poggia sulla convinzione che Enki e Melquitsedek siano nomi diversi per due diverse figure, mentre essi rappresentano il medesimo concetto. Ne Le misteriose origini dei Re del Graal scrive: “Nella Cattedrale di Chartres in Francia, la statua di Melkizedek (peraltro, l’unica presente nelle pur numerose cattedrali templari francesi), lo ritrae con una coppa contenente una pietra, il pane ed il vino che chiaramente offriva ad Abramo….C’è un collegamento tra Thot e Caino (Qayin) che diventa ancor più comprensibile al momento in cui si scopre che Thot era associato al Re-Sacerdote Melkitzedek”. Il Re del Mondo Melkizedek non è tuttavia da confondersi con il “principe dell’iniquità” di cui parla Gesù nei Vangeli, ossia la forza opposta alla Luce, il nostro “Io illusorio”, il vero Anti-Cristo, la Bestia nell’uomo. Melkizedek è definito “Re del Mondo”, poichè è il vero sovrano del mondo interiore, codificato come Regno Sotterraneo (Agartha, Amenti ecc.), il Regno di Dio dentro di noi. Ogni uomo che riesce nell’Opera di elevarsi a Dio Vivente diviene il rappresentante divino in terra e assume la carica del Melkizedek. I Maccabei, veri Figli della Luce, gli eroi-cavalieri di Israel a cui occultamente i Templari si ispiravano – tanto che la figura antica del Macbenach (il Gran Maestro del Tempio) rimanda certamente ai Maccabei – conoscevano il Re del Mondo, come è dimostrato da 2 Maccabei 7:19 in cui il secondo dei sette fratelli martirizzati urla ad Antioco Epifane: “Tu, o scellerato, ci elimini dalla vita presente, ma il Re del Mondo, dopo che saremo morti per le sue leggi, ci resusciterà a vita nuova ed eterna”. Crediamo che questa fosse la certezza di tutti i Figli della Luce. I Maccabei sapevano perfettamente che l’Altissimo operava su questa terra attraverso un Arcangelo Messaggero, il quale era presente in tutti gli uomini, mescolato con la bestia umana, e sempre in guerra con la carne dentro e fuori l’uomo. La seconda volta in cui viene citato nel testo biblico è nel fondamentale Salmi 110:4: “Il Signore ha giurato e non si pente, Tu sarai Sacerdote in eterno secondo l’Ordine di Melkizedek. Il Signore è alla tua destra, annienterà i re nel giorno della sua ira”. Il salmista allude all’esistenza di un sacerdozio eterno e ad un misterioso “Ordine di Melkizedek”. Parlando il Signore con Davide, se ne deduce che Davide fosse “Sacerdote secondo l’Ordine di Melkizedek”, e legato all’Ordine di Melkizedek. Ciò appare strano, perché l’unico Ordine sacerdotale noto e ufficiale tra gli ebrei era quello di Aronne (Esodo 28:1). Chi amministrava segretamente il Sacerdozio di Melkizedek a quei tempi? Chi rappresentava questo segretissimo Ordine di Melkizedek tra gli Israeliti, Ordine che evidentemente aveva come ruolo quello di preparare i Re-Sacerdoti del ramo di Jesse, da cui discenderà anche Gesù, colui che doveva manifestare l’atteso Messia del Cielo e della Terra? La risposta è una sola: la Fratellanza Essenica, nota come la “Fratellanza di Sadok (Melki-zedeq)”, tant’è che la figura archetipale di Melkizedek è descritta in termini di assoluta devozione nei manoscritti qumraniani. Melkizedek è presente ovunque nei Salmi, anche se questo nome è nascosto. In Salmi 4:2 è invocato come “Dio mia giustizia”. In Salmi 4:7 si allude alla luce del suo volto, in linea con il suo aspetto di Metatron, principe dal volto solare (Volto Santo di Cristo). E’ invocato ripetutamente per contrastare l’oppressione delle Forze del Male. Parimenti, nei Manoscritti di Qumran, gli Esseni descrivono Melkizedek, Principe della Luce, in contrapposizione a Belial, Principe dell’iniquità e alle sue schiere. Melkizedek il Sacrificatore
Nella Lettera agli Ebrei e nei Salmi si afferma sulla figura di Gesù: “tu sarai Sacerdote per sempre alla maniera di Melkizedek…”. La traduzione fedele dall’ebraico è però “tu sarai Sacrificatore per sempre alla maniera di Melkizedek”. Il cbalista cristiano Pico della Mirandola affermava che Michele, associato a Melkizedek, è il “Sacerdote Superiore” detto anche il “Sacrificatore”, poichè sacrifica le anime di “animali razionali (uomini dotati di Intelletto votato alle cose celesti)”. In realtà il sacrificio (del proprio Ego) è una trasformazione, una metamorfosi, una sublimazione, il passaggio della materia ad uno stato più puro, il piombo che diventa oro. Questo è il motivo per cui Melkizedek è associato da sempre al Capro espiatorio, poiché ricopre il duplice ruolo di sacrificatore e sacrificato, essendo quel mistico serpente mercuriale che si auto-divora per auto-generarsi. Il termine “sacrificatore” allude al sacrificio da parte di Dio dell’animale-uomo che lo ospita. In breve, il sacrificio di Dio è l’auto-sacrificio dell’uomo o di Dio nell’uomo. Cristo sacrifica Gesù (l’uomo, la sua parte umana), quindi Gesù si auto-immola per realizzare in Sé il Cristo, e giungere al massimo stato di coscienza possibile, squarciando il velo dell’ignoranza. E’ un principio di cui abbiamo discusso nel nostro articolo, già pubblicato da HERA, sulla commistione Gesù-Giovanni Battista. La definizione di “sacrificatore” origina anche dal fatto che egli sia onnipotente sulla materia, per la potenza del suo spirito che è lo spirito di Dio stesso. Nel suo vero significato spirituale, “sacrificatore” è colui che possiede il segreto della trasmutazione della materia, poiché il sacrificio non è altro che una trasformazione, il passaggio della materia ad uno stato più puro, più luminoso. Il compito del “sacrificatore dell’Altissimo” è il più sublime che possa esistere, perché è Lui che presenta a Dio la quintessenza della materia. Questo ruolo è descritto in uno dei testi fondamentali del pensiero gnostico di area egizio-alessandrina: la Pistis Sophia dove è chiamato “Zorokothòra”, il “Grande Ricevente della Luce Celeste” e il “Grande Purificatore delle Anime”. Ciò è coerente con la sua definizione di “Grande Sacrificatore”, poiché il sacrificio dell’Ego da parte del Sè (Melkitsedeq) è il presupposto della purificazione e del riscatto dell’anima caduta di vibrazione. Zorokotòra è, quindi, la guida spirituale per eccellenza di tutti gli esseri di Luce in questo sistema solare, poichè egli è il “Logos Solare”, il Sole spirituale del sistema. In tal senso, è “psicopompo”, ovvero conduttore degli uomini-iniziati che cercano la vita eterna e la libertà dalla Legge del bene e del male per abbracciare l’Albero della Vita (il Cristo). Ermete Trismegisto, Mercurio, Anubi e Michele l’Arcangelo sono divinità che ne rappresentano quest’aspetto. Paolo l’Iniziato Il nome del Re di Giustizia ha nella Lettera agli Ebrei di San Paolo il suo documento rivelatore. Melkizedek è il fulcro della scienza iniziatica, custodita e tramandata attraverso un Ordine segreto, solo indirettamente menzionato nella Bibbia, ma che ancora oggi porta il suo nome.Paolo di Tarso, fu iniziato e membro autorevole tra gli esseni (fu, infatti, simbolicamente “folgorato”, cioè illuminato dalla Verita, sulla Via di Damasco cioè la Via degli eletti di Qumran), e dai suoi scritti sembra fosse ben istruito sull’Antico dei Giorni e Re supremo. Paolo ci ha lasciato una preziosa testimonianza su Melkizedek, svelando segreti che da moltissimo tempo erano stati custoditi prima dai sacerdoti di Eliopoli, in Egitto, poi dagli Esseni stessi. Forse per questo fu abilitato a parlarne in questi termini: “Considerate quanto sia grande costui, al quale Abramo, il patriarca, diede la decima del suo bottino e fu da Lui benedetto. Ora senza dubbio è l’inferiore che è benedetto dal superiore. Inoltre, qui riscuotono le decime uomini mortali; là invece le riscuote uno di cui si attesta che è vivente”.Nella Lettera agli Ebrei, Paolo analizza la dizione “Re di Salem”, che negli scritti esseni configura Melkizedek come il “Nasi Shalom”, il Principe di Pace (così era conosciuto Gesù dagli Esseni) e “Siloè Shalom Abbà”, Padre Messaggero o Inviato di Pace. “Salem” o “Shalom” in ebraico vuol dire “Pace”. Ma, ad un livello più profondo di interpretazione “Salem” è in realtà la “Jeru-Salem”, non quella terrestre, ma quella “celeste”, di cui si parla anche in Apocalisse 21. Essa non è un luogo, quanto uno stato di coscienza svincolato dal divenire, legato intimamente al risveglio del chakra cardiaco, quello che in occidente è conosciuto profanamente come il “Sacro Cuore di Gesù”.La Lettera agli Ebrei è un documento prezioso perché divulga segreti millenari, e porta fuori dal Tempio la verità di un Sacerdozio primordiale che investì anche l’anima di Gesù. Un sacerdozio a carattere planetario posto sotto la tutela di un segretissimo ordine che porta il nome di Melkizedek da millenni. Senza la Lettera agli Ebrei, chi non ha accesso ai misteri, non potrebbe in alcun modo venire a conoscenza dell’Ordine di Melkizedek. Paolo mostra di essere stato ben istruito dagli Esseni sulla rilevanza di Melkizedek, e sul suo ruolo di Sacerdote dei Sacerdoti e Re dei Re. Egli descrive in Ebrei 5.5, Gesù quale Sacerdote (sacrificatore) al modo di Melkizedek, per attirare a sè la stessa energia cristica: “Cristo non si attribuì la gloria di Sommo Sacerdote, ma gliela conferì colui che gli disse: ‘Mio figlio sei tu, oggi ti ho generato (dopo il battesimo del Giordano N.d.R.) e poco più avanti: “Tu sei Sacerdote per sempre alla maniera di Melkizedek”. In Ebrei 5.9 si legge: “e reso perfetto, divenne causa di salvezza eterna per tutti coloro che gli obbediscono, essendo stato proclamato da Dio sommo sacerdote al modo di Melkizedek. Su questo argomento abbiamo molte cose da dire, difficili da spiegare, perché siete diventati lenti a capire. Infatti, voi che dovreste essere maestri per ragioni di tempo, avete di nuovo bisogno che qualcuno vi insegni i primi elementi degli oracoli di Dio, e siete bisognosi di latte e non di cibo solido. Chi si nutre di latte è ignaro della Dottrina della Giustizia, perchè è come un bambino…”. Non si può dire che Paolo non manchi di chiarezza. La sua denuncia è tagliente, poiché accusa i maestri e sacerdoti di quel tempo di non conoscere i più elementari principi della Tradizione, che egli chiama “dottrina della giustizia”, proprio in rispetto del Re (Melk) di Giustizia (Sadoq), e quindi di aver bisogno di istruzione iniziatica (latte). Questa dottrina era completamente sconosciuta in Israele a quei tempi, come spesso dimostrano i commenti della gente di fronte alle capacità magico-terapeutiche di Gesù. Ed è ancor più tristemente sconosciuta oggi. Solo gli Esseni sapevano che il Sacerdozio di Aronne, istituito da Mosè, era un riflesso di un Ordine nettamente superiore: l’Ordine della Luce eterna di Melkizedek, che amministra il suo Sacerdozio Planetario. L’Ordine di Aronne (Leviti) era stato utile per custodire determinate chiavi, ma esercitava la sua funzione di sacerdozio minore nei tempi in cui Mosè doveva assolutamente custodire con estremo rigore, insieme con pochissimi altri (Aronne e i settanta anziani), le vere chiavi del Sacerdozio Regale planetario. Solo l’Ordine di Melkizedek era ed è deputato a preparare il vero “Sacerdozio della condizione di Figlio di Dio” e ciò è velato nelle parole di 1 Pietro 2:9: “Ma voi siete la stirpe eletta, il sacerdozio regale, la nazione santa, il popolo che Dio si è acquistato perché proclami le opere meravigliose di Lui che vi ha chiamato dalle Tenebre alla Luce”. La Tradizione tramanda che quello di Melkizedek sia un “Sacerdozio Spirituale e Planetario”, quindi non legato alla nazione ebraica, ma esteso all’intero pianeta. Ciò significa che il Sacerdozio di Aronne è solo la trasposizione e il riflesso del Sacerdozio di Melkizedek, oggetto di una vera e propria “delega”. Gli Esseni prepararono Gesù ad accettare il Sacerdozio della Luce di Melkizedek e ad istituire la “vera religione solare e universale”, con l’avvento dell’Era dei Pesci. Il Maestro di Giustizia degli Esseni era il “Melkizedek-Michael” della Comunità, e Gesù, il “Principe Nasi”, era presumibilmente questo Gran Maestro. Ne consegue che gli Esseni fossero il vero “Ordine di Melkizedek” sulla terra, in quel preciso momento storico. Un Ordine superiore In quest’ottica si può meglio comprendere il Sacerdozio al modo di Melkizedek, e le parole di S.Paolo in Ebrei 7:15: “A somiglianza di Melkizedek sorge un altro sacerdote, che non è diventato tale per ragione di una prescrizione carnale (quindi per diritto di nascita N.d.R.), ma per la potenza di una vita indefettibile… Si ha così l’abrogazione di un ordinamento precedente a causa della sua debolezza ed inutilità – la legge (Paolo qui si riferisce alla Legge mosaica, N.d.R.) non ha portato nulla alla perfezione – e si ha invece l’introduzione di una speranza migliore” E ancora, qualche passo più avanti, “Quei Sommi Sacerdoti attendono ad un servizio che è una copia e un’ombra delle realtà celesti…Gesù ha ottenuto un ministero tanto più eccellente quanto migliore è l’alleanza di cui è mediatore, essendo questa fondata su migliori premesse. Se la prima fosse stata perfetta, non sarebbe stato il caso di stabilirne un’altra”. Tutto fa perno sul fatto che l’incarnazione dello Spirito del Melkizedek, in epoca post-diluviana, fu realizzato compiutamente solo da Gesù, l’unico ad assurgere al rango di Re-Sacerdote dell’Altissimo e vero modello da seguire. Tutti i profeti, sacerdoti e re che lo hanno preceduto – e non parliamo solo della stirpe di Abramo – sono anime pervenute ad un’evoluzione spirituale superiore a quella umana, ma nessuno di essi realizzò l’energia del Melkizedek, come invece fecero Gesù e, in era prediluviana, Enoch. Siddhartha Gauthama raggiunse lo stato buddhico, che è uno stato di risveglio, ma non l’ultimo stadio dell’evoluzione. Lo stato di Buddhi, nel sistema induista, è il sesto stato di coscienza (risveglio del terzo occhio) precedente il settimo e più alto: l’Atman. Solo Gesù raggiunse lo stato dell’Atman induista e del Kether (Corona) qabalistico, divenendo Uno col Padre e con tutto il cosmo. Con Gesù, Melkizedek davvero si mostrò agli uomini, scendendo in campo per insegnare e salvare i suoi eletti e fedeli. In realtà, tutto l’Antico Testamento, a partire dall’incontro (non fisico) tra Abramo e Melkizedek, fino ai profeti maggiori e minori, è interamente una prefigurazione dell’uomo che compiutamente diverrà in terra il “Re-Sacerdote di Giustizia”, il Melkizedek manifesto. Melkizedek, ed in particolare Gesù il Cristo, sono una prefigurazione, un prototipo di ciò che può divenire l’uomo al massimo grado di evoluzione spirituale. Per la Tradizione, Gesù è l’uomo e Cristo è il Dio in lui. Gesù era il veicolo dell’energia cristica, come lo sono in potenza alcuni di noi. Il fatto unico di Gesù nella storia umana è che fu il primo a realizzare compiutamente il Cristo e a costruirsi il perfetto corpo di luce, il veicolo multidimensionale Merkaba. Egli accettò il corpo di luce solo dopo pratiche ascetiche durissime e un profondo lavoro alchemico. Le chiavi definitive della trasmutazione di Gesù non gli furono donate però dagli Esseni, che pur l’avevano allevato e iniziato, ma da Melkizedek stesso, dal suo “Io Sono”, al quale era stato fedele all’inverosimile. Era un uomo formidabile, possedeva la genetica adatta, appartenendo ad un lignaggio molto speciale. Il corpo di luce è una cosa talmente potente che, senza adeguata preparazione dei corpi sottili, può carbonizzare il corpo fisico. L’alchimia serve proprio a preparare il corpo ad accettare il corpo di luce, innalzando in vibrazione le cellule e aumentando la rotazione dei fuochi o chakra eterici. E’ il corpo di luce il fine supremo del sacerdozio di Melkizedek, energia di natura spirituale latente e dormiente in ogni uomo. Solo Gesù riuscì a coltivarla al punto tale da risvegliarla completamente. Chiavi occultate Guillaume Postèl (1510-1581), grande qabalista cristiano, ne La Chiave delle Cose Nascoste confermò che il Cristo e il Melkizedek configurino la medesima Intelligenza celeste: “Cristo è dunque il solo Re (Mal’iq Tsedeq) di Giustizia e di Pace, il solo pontefice del Dio Altissimo, il solo che non abbia Padre né Madre, non avendo dimorato in alcun corpo prima di entrare in quello di sua Madre, l’unico arbitro delle leggi della natura…Egli solo, che non ha principio ai suoi giorni né fine di vita, è realmente sacerdote dell’Eternità; egli solo può essere paragonato al Figlio di Dio, che non può essere Sacerdote che per volere di sé stesso…Questo è uno dei segreti della Scrittura, che né gli Apostoli né la Chiesa stessa hanno potuto trasmetterci, quantunque il Cristo l’abbia conservato con un gran numero d’altri per farcelo comprendere e insegnare ai potenti. Restava dunque questa gran parola, Melquitzedèq, difficile da interpretare secondo San Paolo e riservata ai nostri tempi. Benché la censura ecclesiastica abbia giudicato opportuno rimettersene all’opinione di San Paolo, nondimeno essa l’adotta realmente o almeno l’adotta negligentemente, nello stesso modo in cui la Verità Eterna rivela molte nozioni, che erano state stabilite alla loro epoca dallo Spirito Santo per sorreggere la vera e ordinaria Chiesa Cristiana delle origini, nel periodo della sua giovinezza, nelle quali il vero significato delle cose consacrate è ottenebrato e la Verità Divina falsata dalla tradizione umana (anti-cristica)”. Postèl fa quindi un accenno poco velato al fatto che la primissima chiesa Cristiana gnostica possedesse le chiavi del vero Sacerdozio di Cristo, sapendo che esso era, in realtà, l’antichissimo sacerdozio di Melkizedek, a differenza della Chiesa Romana che nascose con fuorvianti interpretazioni il suo profondo retaggio iniziatico. Nel Libro del Grande Logos, un trattato gnostico del III secolo, scoperto nel 1945 a Nag Hammadi (Egitto) interamente dedicato a Melkizedek, egli è associato allo Spirito Santo, mentre nella Pistis Sophia, facente parte dello stesso corpus di scritti, egli è “il ricevitore della Luce Eterna”. In Gerarchia Celeste dello Pseudo-Dionigi Melkizedek è definito “il grande amico di Dio”. Perché Melkizedek è l’energia cristica, è l’Intelligenza suprema su questo pianeta e del sistema solare, è l’intelligenza solare, il Padre di Gesù, lo YHWH (l’Io Sono, la Supercoscienza), il Cavaliere o Angelo solare (Michele), l’Aton-Adonai di Akhenaton. Gli iniziati della Tradizione occidentale lo chiamano “Padre Melkizedek” o “Padre Giusto”, la vibrazione energetica suprema del sistema solare, a cui tutti gli esseri viventi devono tendere, e che devono realizzare nel loro interiore. Infatti la Tradizione vuole che tutti coloro che si risveglino diventino Melkizedek (Maestri di Giustizia), realizzando questo supremo stato di coscienza. Nessun iniziato può raggiungere la cima senza passare per la scuola di Melkizedek. E’ Lui che offre gli ultimi gradi dell’iniziazione. E’ il solo vero Maestro di tutti grandi maestri, il Logos cosmico che si incarna. Deve sempre esistere, nel piano animico della Terra e dell’uomo, un fuoco divino e segreto che non cessa mai di ardere ed è Melkizedek a tenere costantemente acceso questo fuoco e a custodirlo. Questo è il fuoco e il suo battesimo, a cui alludeva Giovanni Battista, è il fuoco descritto da Gesù nel Vangelo di Tommaso 10: “Ho gettato il fuoco sul mondo, ed ecco, veglio su di esso affinché arda”. Che non si commetta mai l’errore di spegnere questo fuoco, rendendo inutile il sacrificio di Prometeo: esso se alimentato è in grado di condurci alla Vita e alla Verità. La rosa fiorirà
Concludendo, Melkizedek è il nome attorno a cui ruota tutta la Tradizione ermetica e misterica. Il fatto che sia stato venerato indifferentemente nel suo aspetto di Donna o di Uomo, di Adamo o di Eva, di Maria o di Cristo, di Iside o di Horus, di vecchio o di giovane, o nei suoi innumerevoli aspetti e nomi divini, non deve farci deviare dal principio per cui “tutto è uno”. E’ molto probabile che Lui medesimo abbia deciso nel corso della storia di farsi percepire sotto molteplici aspetti, allo scopo di sottoporre a prova coloro che lo cercavano col cuore, e che avevano la capacità sincretica di vederlo ovunque: in tutti gli esseri, in tutte le manifestazioni naturali, in tutte le religioni, i miti, le favole e le leggende, in tutti gli eventi storici. Questo è il ruolo della quintessenza, dell’essere-energia che è dietro al divenire, del Deus Absconditus invisibile agli occhi dei profani, tuttavia percepibile all’Intelletto superiore (Nous) degli iniziati. Melkizedek confonde le acque, e illude sul fatto che tutto ciò che esiste sia solo materia e caos, laddove ciò che veramente è reale sia lo spirito e l’ordine che sovrintendono a tutte le cose. Egli è questo spirito e quest’ordine, è il centro immutabile da cui è promanata questa realtà dimensionale e in cui questa realtà sarà riassorbita. L’Altissimo El Elyon sarebbe inavvicinabile se non fosse per questo instancabile mediatore che protegge i giusti e punisce con rigore gli ingiusti; sarebbe inavvicinabile se Melkizedek non ci avesse donato una conoscenza suprema atta alla trasmutazione dell’umana natura, quella gnosi che non è perduta ma solo nascosta e pronta a rifiorire. Questa nostra non è una speranza, quanto piuttosto una certezza derivante dalla comprensione dei cicli cosmici. Se Melkizedek è una rosa rimasta chiusa per molto tempo, quella rosa sta di nuovo per schiudersi FONTE: https://mikeplato.myblog.it/2009/03/11/melkizedek-il-re-del-mondo/

mercoledì 9 settembre 2020

Coronavirus: i tamponi rilevano anche i virus morti

 

Marcello Pamio

Dalla Gran Bretagna arriva una notizia esplosiva, una di quelle che rovinerà il sonno a molti dei responsabili di questa situazione emergenziale.
I numeri dei soggetti positivi a Covid-19 potrebbero essere falsati”. Ma guarda caso...
E quale sarebbe il motivo? Semplice, “il test principale utilizzato per diagnosticare il coronavirus è così sensibile che potrebbe rilevare anche frammenti di virus morti legati a vecchie infezioni”.

A sostenere questa ipotesi non è un negazionista no vax o no mask (termini questi tanto cari ai decerebrati che difendono la dittatura), ma il dottor Carl Heneghan dell'Università di Oxford, uno degli autori dello studio, il quale ha affermato che invece di fornire un risultato “sì/no” in base al rilevamento di un virus, i test dovrebbero avere un punto limite in modo che quantità molto piccole di virus non si traducano in una positività. Esattamente quello che sta avvenendo in tutti quei paesi come l’Italia nei quali si usano indiscriminatamente i tamponi per fare diagnosi, soprattutto sulle persone sane e prive di sintomi, i cosiddetti asintomatici.

Non è tutto: la maggior parte delle persone sarebbe contagiosa per circa una settimana, ma potrebbe risultare positiva per molte settimane successive. Avete capito?
I ricercatori hanno affermano che questa “eccessiva sensibilità” dei test potrebbe portare a una sovrastima dell'attuale dimensione della pandemia. Ma sul serio? Non lo avrei mai pensato….

Questo spiega come mai in Italia, ma anche negli altri paesi, il numero di casi “positivi” è in aumento, mentre i ricoveri ospedalieri rimangono pressoché nulli. Sono “falsi positivi”.
Qualcuno avverta per cortesia lo statista veneto Luca Zaia, prima di fare altri danni irreparabili al Veneto. Zaia ha la gigantesca responsabilità di essersi fatto consigliare da personaggi come Andrea Crisanti, il parassitologo (e non certo virologo) finanziato dalla DARPA (l’ente della ricerca militare del Pentagono) e dalla Fondazione Bill & Melinda Gates. Questi vorrebbero tamponare tutta la popolazione mondiale.
La Verità, come ben sappiamo, è figlia del tempo, e aver preso questa strada porterà qualcuno alla rovina politica...

Luca Zaia a sinistra, Andrea Cristanti a destra


FONTE: https://disinformazione.it/2020/09/07/coronavirus-i-tamponi-rilevano-anche-i-virus-morti/

martedì 1 settembre 2020

Tutto è vibrazione – conosci il Suono e conoscerai te stesso

 


 

Tutto è Vibrazione

Nelle antiche tradizioni spirituali si riscontra una comune identificazione nella vibrazione sonora come origine di ogni cosa, ed in particolare si attribuisce al suono come Parola, il potere di creare. Il mantra (mantra: parola che libera la mente) 

OHM è la Vibrazione Primordiale dell’Universo stesso e di tutta la Creazione.

Sia nell’antichità che in molte culture ancora oggi, il suono è o è stato un mezzo e un supporto fondamentale per il miglioramento dello stato di salute delle persone e per le pratiche spirituali. 

Dall’Egitto antico in cui i sacerdoti usavano la voce per attivare i centri energetici del corpo, all’India con i mantra, al Tibet che oltre alla recitazione di canti utilizzano le campane, le flange e i carillon nelle loro pratiche spirituali, alla Grecia antica con le dissertazioni filosofiche di Platone e Pitagora, a tutte le varie forma di sciamanesimo sia nella zona della Mongolia, che nel nord e sud America o nei deserti Australiani con il canto armonico, il tamburo, i rattle, i sonagli, il dejeridoo, alle tradizioni rurali europee con strumenti particolari come lo scaccia pensieri e i canti tradizionali, in tutto il mondo ed in ogni epoca la vibrazione sonora ha avuto una importanza rilevante come mezzo di accesso a dimensioni spirituali, collettive, di guarigione e di preghiera per l’essere umano. 

D’altronde il suono è tra tutte le forme di vibrazioni la più semplice da sperimentare per l’essere umano, che può addirittura crearla lui stesso con la voce. 

È così diventato nei secoli un portale di accesso a tutte le ulteriori possibili forme di vibrazione, che come abbiamo detto, grazie alla percezione possono diventare interscambiabili persino oltre le distinzioni e le leggi fisiche.

Che cos’è il Suono

Il suono è essenzialmente una vibrazione: tutto ciò che vibra emette un suono, che sia percepibile dall’orecchio umano o meno. Ogni cosa, che siano oggetti o i nostri stessi corpi, possiede dunque una sua vibrazione e un suo “suono”, in quanto costituito da particelle infinitesimali in continua vibrazione.

Il suono è un’energia vibrazionale che ha forma ondulatoria sinusoidale, le sue onde sono misurate in unità dette hertz (Hz) e prendono in considerazione il numero di cicli per secondo creati dall’energia in questione. Detto in parole semplici tutto ciò che vibra ha una sua “frequenza“. (ad es. 100 hz sono 100 onde per secondo).

La capacità uditiva dell’orecchio umano varia all’incirca dai 16 ai 20.000Hz (questo Range varia sensibilmente a seconda di diversi fattori tra cui principalmente l’età), le vibrazioni con frequenze al di sotto della soglia dell’udibile sono dette Infrasuoni, mentre quelle al di sopra ultrasuoni (questi tipi di vibrazioni possono essere udite da altre specie animali come ad esempio i cani).

Il fatto che il nostro range uditivo copra solo un determinato range di frequenze non significa che le frequenze al di fuori (Infrasuoni e ultrasuoni) non abbiano incidenza sul nostro essere, tutt’altro…

Infrasuoni e Ultrasuoni

EFFETTI SULL’ UOMO: L’impatto degli ultrasuoni sul corpo umano genera calore, e produce variazioni di pressione alterando tessuti in maniera diretta ed indiretta. Soggetti esposti per tempi prolungati a irradiazione ultrasonica possono presentare disturbi come cefalee, affaticamento, nausea, vomito e gastriti.

EFFETTI SULL’ UOMO: La lunga esposizione agli infrasuoni può creare sensazioni sgradevoli come il senso di fatica, nausea, ansia e depressione.

L’UTILIZZO DEGLI INFRASUONI E ULTRASUONI PER GLI ANIMALI :

– Balene ed elefanti sono noti per l’uso di infrasuoni per comunicare.

– I pipistrelli emettono ultrasuoni, tramite la laringe per orientarsi e cacciare: quando gli ultrasuoni emessi raggiungono un insetto o un ostacolo rimbalzano con un fenomeno di riflessione, producendo un eco di ritorno.

Il timbro di un suono è determinato dai suoi armonici

In tutti i suoni presenti nell’universo possiamo riscontrare la presenza degli armonici. 

Gli armonici, conosciuti anche come ipertoni, sono un fenomeno sonoro che si verifica ogni volta che un suono viene emesso. 

Normalmente, ci sembra di percepire note singole quando sentiamo uno strumento musicale come il violino ed il pianoforte che suonano una nota.

Invece, quasi tutte le note prodotte da strumenti musicali, dalla nostra voce o da altre sorgenti sonore, non sono realmente note pure, ma sovrapposizioni di frequenze di note pure, chiamate “parziali“.

 La più bassa di tutte queste frequenze è detta “la fondamentale”. Tutte le parziali con frequenza maggiore della fondamentale sono dette “ipertoni“.

A che velocità si muove il suono

Boom sonico

La velocità del suono è la velocità con cui un determinato suono si propaga in un mezzo, che può essere l’aria, l’acqua, un solido, e così via. 

Se la temperatura del “mezzo” aumenta o diminuisce anche la velocità di propagazione del suono cambia.

La velocità del suono nell’aria a temperatura ambiente equivale a 344 m/s mentre a 0°C è leggermente inferiore: 330 m/s.

Nell’acqua, la velocità di propagazione delle onde sonore è di gran lunga maggiore rispetto a quella nell’aria ed equivale a 1480 m/s  se la temperatura è di 20°C.

Il materiale solido noto con maggiore velocità di propagazione è il legno d’abete, nella direzione delle fibre. 

Essendo un movimento di materia, nel vuoto non si trasmette, poiché non c’è materia da far oscillare.

La velocità del suono è notevolmente minore alla velocità della luce ( vedi esempio del fulmine durante il temporale) .

“ LA VIBRAZIONE INFLUENZA IL NOSTRO CORPO E LA NOSTRA SALUTE ”

 

Il principio di risonanza 

La risonanza è un fenomeno naturale riconosciuto dalla fisica da moltissimo tempo, ma solo negli ultimi anni si è iniziato a studiarne scientificamente gli effetti sulla salute umana. La risonanza agisce in tutte le dimensioni dell’universo, dal più piccolo atomo alla galassia più grande, e si manifesta a vari livelli: sonoronucleareelettromagneticogravitazionale. 

Quello che prendiamo in considerazione è il livello sonoro, e per meglio comprenderne la modalità di azione prova 

ad immaginare di accendere un potente impianto stereo in una stanza dove sono contenuti dei bicchieri, meglio se di cristallo: se ascolti con molta attenzione puoi percepire che oltre alla musica suonata dello stereo si sentono ulteriori suoni ma più acuti. 

Questi suoni non sono altro che i  bicchieri che, stimolati dalla vibrazione sonora emessa dall’impianto stereo, iniziano a vibrare (per principio di risonanza) con essa. 

Variando genere e tipo di musica puoi notare che non tutti i suoni  producono lo stesso effetto sui bicchieri, sia in intensità che in qualità, e che essi rivelano una maggiore affinità con alcuni generi musicali e alcune frequenze sonore. 

Lo stesso principio può essere applicato al corpo umano quando si trova immerso in un campo di vibrazione sonora (come ad esempio quando sei nel mezzo di un concerto o ascolti un CD musicale o la radio) oppure quando attraverso la tua voce produci dei suoni cantando.

E’ meglio precisare che non tutte le sorgenti sonore sono benefiche per la salute umana, in base alla loro frequenza e intensità ve ne sono alcune parecchio nocive, come ad esempio i rumori di clacson e delle auto nel traffico, i suoni delle sirene, il fastidioso ronzio degli elettrodomestici o di vari strumenti elettrici ,in cui l’effetto per la salute umana è de-armonizzante e causa disequilibrio.

Esistono 2 tipi di risonanza, la risonanza libera e la risonanza forzata: se un oggetto viene fatto vibrare facendolo entrare in contatto con una frequenza che corrisponde esattamente alla propria, si avrà una risonanza libera, mentre se una fonte vibratoria produce delle vibrazioni in un altro oggetto anche senza condividere la stessa frequenza, allora avremo una risonanza forzata .

(i materiali con i quali vengono costruiti gli strumenti musicali sono un esempio di risonanza forzata).

Il suono e la fisica quantistica

Dagli ultimi studi sulla fisica quantistica è emerso che tutti gli organi del corpo umano ed ogni singola cellula emettono una particolare frequenza, e allo stesso tempo sono in grado di captare come delle antenne le frequenze provenienti dall’esterno. 

Tali frequenze entrando in risonanza, portano le cellule ad emettere dei biofotoni* che sono il linguaggio di comunicazione che avvia una serie di processi: dall’auto-guarigione all’espulsione di sostanze nocive dal liquido intracellulare.

Possiamo quindi dire che in ogni istante il nostro corpo ed ogni singola cellula emettono una particolare e melodica sinfonia, ma quando una sola cellula è in disarmonia questa melodia diventa una cacofonia che porta squilibrio a tutti i processi metabolici e catabolici, al corpo, alla mente e allo spirito.

*Il termine “biofotoni” indica il fenomeno di emissione di energia luminosa da parte dei tessuti viventi. Ogni cellula emette segnali specifici, propri e caratteristici.

 

” BARBARA HERO ” RICERCATRICE AMERICANA:

Ogni particella del nostro corpo ha una particolare frequenza vibratoria, più particelle con la medesima frequenza compongono un tessuto o un organo che risuonerà alla medesima frequenza (Risonanza libera).

Da ciò ogni organo risponde ad una frequenza specifica. 

A tal proposito sono stati eseguiti degli studi approfonditi da Barbara Hero, una studiosa Americana che ha catalogato la frequenza propria degli organi del corpo umano e li ha messi in relazione con le note musicali della scala accordata con il LA di riferimento a 432Hz.

Noi siamo esseri complessi composti da molti organi differenti e da un numero infinito di particelle.

In altre parole potremmo dire che il corpo umano è un sistema vibrante complesso e ogni parte del nostro corpo possiede delle Frequenze di risonanza specifiche, l’insieme di queste frequenze crea un complesso armonico che determina il nostro grado personale di frequenza.

Potremmo paragonarci ad una grande orchestra: quando siamo in una condizione di equilibrio e armonia significa che tutti gli elementi che compongono l’orchestra stanno suonando in armonia tra di loro, ma se uno degli elementi dell’orchestra inizia a suonare delle note errate che non corrispondono all’armonia generale, creerà una condizione di disarmonia che influenzerà l’andamento di tutta l’orchestra.

Frequenze e note di alcuni organi e parti del corpo:

Sangue: 321.9Hz (E)   Surrene: 492.8Hz (B)  Rene: 319.88Hz (Eb)  Fegato: 317.83Hz (Eb)  Vescica: 352Hz (F)  Intestino: 281Hz (C#)  Polmone: 220Hz (A)  Colon: 176Hz (F)  Vescica biliare: 164.3Hz (E)  Pancreas: 117.3Hz (C#)  Stomaco: 110Hz (A)  Cervello: 315.8Hz (Eb)  Cellule grasse: 295.8Hz (C#)  Muscoli: 324Hz (E)  Ossa: 418,3Hz (Ab)

Tratto da SALUSCIENZA 2018

La musica delle cellule video -> 

Video Player
00:00
01:45

 

Cimatica

Il principio per cui le onde sonore propagandosi nell’aria influenzano anche la materia, è visibile con dei semplici esperimenti ed è una vera e propria scienza, chiamata cimatica.

Il termine cimatica designa una teoria, dovuta allo studioso svizzero Hans Jenny, che tenta di dimostrare un effetto morfogenetico delle onde sonore. 

Il nome cimatica è stato coniato dallo stesso Hans Jenny, e deriva dal greco kymatika che significa “studio riguardante le onde” (da kyma che significa “onda, flutto”).

I modi di vibrazione di una lastra /corpo / membrana sono completamente determinati: si possono vedere cospargendo la superficie con della sabbia sottile (negli esempi si usa polvere di licopodio, o anche della farina) e facendo vibrare la lastra.

La sabbia si muove per effetto della vibrazione prodotta e si accumula  nei punti della superficie in cui la vibrazione è nulla.

I risultati sono stupefacenti (vedi immagine qui sotto).

Nel caso di una vibrazione stazionaria, questi punti formano delle forme geometriche: queste sono le cosidette  “linee nodali del modo di vibrazione“.

Video Player
00:00
02:06

 

Epigenetica

Cos’è :  Branca della biologia molecolare che studia le mutazioni genetiche e la trasmissione di caratteri ereditari non attribuibili direttamente alla sequenza del DNA.

Anche in Italia emergono gli studi del dottor Mario Biavia, ricercatore in ambito oncologico attraverso la medicina epigenetica.

 I risultati delle sue ricerche dimostrano che le cellule sono entità riprogrammabili e testimoniano finalmente un’approccio olistico e vibrazionale alla salute dell’essere umano.

Dichiara che anche per la scienza il suono è un’informazione capace di ordinare la materia.

Il ruolo centrale dell’acqua che rappresenta il 70% del peso di un essere umano e, in generale, le molecole d’acqua rappresentano più del 90% di tutte le molecole che compongono il nostro organismo. 

Ciascuna molecola d’acqua ha un lato carico positivamente e uno negativamente, negli organismi viventi sembra 

che l’orientamento di queste molecole non sia casuale: un ordine che permette non solo di avere proprietà chimico/fisiche differenti ma di diventare un supporto per l’informazione che coordina i processi biochimici del corpo in modo tale da contenere e trasmettere l’informazione elettromagnetiche necessari ai processi vitali.

Il suono per calmare la mente ed equilibrare gli emisferi cerebrali

Una delle peculiarità del nostro cervello che lo differenzia da tutti gli altri organi del nostro corpo (dal punto di vista vibrazionale) è la sua sensibilità a qualsiasi strumento che emette onde di frequenza poiché tende a sintonizzarsi naturalmente con il segnale esterno, ciò fa sì che la frequenza vibratoria del cervello possa essere facilmente influenzabile e modificabile semplicemente attraverso l’ascolto di determinate frequenze.

Nello specifico il nostro cervello utilizza 5 tipi diverse di frequenze: ALPHA, BETA, THETA, DELTA, GAMMA, all’interno delle quali viene fatta un’ulteriore distinzione tra BETA – BETA ALTE; e DELTA – PROFONDO DELTA.

Alle diverse attività del nostro cervello corrisponde la produzione di diversi tipi di onde cerebrali, e viceversa esponendo il nostro cervello ad una fonte che produca queste onde possiamo indurre determinati stati di coscienza.

Questo schema rappresenta graficamente la frequenza delle diverse onde cerebrali:

Possiamo facilmente notare come man mano che si abbassano gli Hertz si raggiunge uno stato di maggiore rilassatezza.

Andiamo ad analizzare le caratteristiche delle diverse Onde/Stati di coscienza:

BETA (12-30Hz): sono le frequenze a cui vibra il nostro cervello in stato di veglia e attività, quando cioè stiamo svolgendo una qualunque attività che richieda uno sforzo di concentrazione, dall’attività più banale come ad esempio la lettura, alla più complessa come potrebbe essere lo svolgimento di un esame universitario particolarmente impegnativo.

ALPHA (8-11Hz): sono le frequenze tipiche del rilassamento e della meditazione, questo stato di coscienza favorisce tutte le attività che possiamo definire di “Ripristino” come digestione e distensione mentale, favorendo la recettività della mente.

THETA (4-7Hz): sono le “onde dell’artista” perché favoriscono uno stato di ispirazione, THETA è uno stato di coscienza che ci permette di collegarci con “Altre dimensioni”: quello che fa l’artista ispirato è di connettersi con un’altra dimensione per poi tornare e cercare di raccontare attraverso la sua arte ciò che ha percepito. Theta è la frequenza a cui vibra il cervello dell’atleta in trance agonistica. Queste onde sono associate anche al sonno leggero e ad una meditazione più profonda.

DELTA (1-3Hz): queste onde sono associate al sonno, Delta è lo stato di coscienza che favorisce la Rigenerazione cellulare e gestisce il ripristino dell’equilibrio del nostro corpo. Se non riusciamo a raggiungere questo stato di coscienza in maniera efficiente il nostro corpo va incontro ad un processo di deperimento più rapido.Dopo aver affrontato una giornata impegnativa è fondamentale che il nostro cervello entri in Delta per poter consentire il ripristino psico-fisico di tutto l’organismo.

GAMMA (30-80Hz): nonostante siano le più alte come frequenza, sono delle onde particolari che proprio per l’alta frequenza il nostro cervello non riesce a sostenere per un tempo molto prolungato e sono associate ad eventi di precognizione, brain storming, momenti di folgorante ispirazione ed elaborazione di informazioni di alto livello.

Il suono come antidolorifico

I risultati delle attuali ricerche nel campo della psico-neuro-immunologia confermano l’azione stimolante delle alte frequenze sulla corteccia cerebrale e sul sistema limbico nonché un’elevata secrezione di sostanze analgesiche endogene.

In generale, i suoni e la musica hanno un effetto benefico non tanto sul disturbo in sé, quanto sulle sensazioni concomitanti (ansia, sofferenza, paura, senso di abbandono e solitudine etc) e sulla percezione del dolore, che si riduce. 

Ascoltando suoni e melodie si avverte un senso di beatitudine dovuto alla produzione e al rilascio di endorfine, sostanze chimiche sintetizzate dall’organismo, responsabili di benessere e gioia, capaci di potenziare le difese immunitarie e di innalzare la soglia del dolore e abbassare lo stress.

Le endorfine sono dei polipeptidi, ovvero hanno una struttura proteica costituita da brevi sequenze di una trentina di aminoacidi (i mattoncini che formano le proteine). 

Esse si fissano sugli stessi recettori di membrana delle cellule nervose su cui si fissa la morfina, e proprio per questo vengono anche chiamate peptidi oppioidi.

Le endorfine agiscono, quindi, come una sorta di morfina naturale secreta dal cervello che va a fissarsi in particolare nelle aree cerebrali deputate alla percezione della sensibilità dolorifica. Le endorfine sono coinvolte in numerosi altri processi biologici: reazioni allo stress, termoregolazione, controllo dell’appetito e funzionalità generale dell’intero sistema digerente (motilità, digestione, secrezioni).

I MANTRA

Un Mantra è la combinazione di sillabe sacre che formano un nucleo di energia spirituale e che funziona un po’ come un magnete per attrarre, o se preferisci come una lente per concentrare, le energie spirituali.

I Mantra esistevano nell’etere, sono stati direttamente percepiti dagli antichi Rishi (veggenti) che li hanno tradotti in uno schema udibile di paroleritmo e melodia.

La differenza tra preghiera e mantra consiste nel fatto che, mentre la preghiera è composta da parole di supplica scelte dal devoto, il Mantra è una precisa combinazione di parole e suoni, l’incarnazione di una particolare forma di coscienza o di energia.

La ripetizione di un Mantra è un mezzo per aumentare il potere di concentrazione; questa pratica purifica il subconscio anche se non capiamo il significato delle parole. Dal momento che, ogni Mantra è devozionale per sua natura, ed ha il Divino come forma ed essenza, se lo ripetiamo con concentrazione sul significato, otteniamo più velocemente e con maggior sicurezza il raggiungimento del fine ultimo.

Uno dei primi risultati nella pratica del Mantra è il controllo del respiro, che porta con sé il controllo delle emozioni.

Il mantra per eccellenza OM

Il suono cosmico AUM (OM) è l’origine di tutti gli altri suoni ed è al tempo stesso un Mantra. Viene chiamato Pranavala sillaba sacra, e simboleggia il Brahman, la realtà spirituale.

E’ la vibrazione emessa da Brahman che, condensando l’energia, ha creato la materia e l’intero Universo. Il Mantra AUM conduce all’illuminazione. Il canto dell’Om purifica la mentedistrugge le negatività e l’egoismo.     *tratto da atuttoyoga.it

Scopri i nostri  trattamenti sonoro-vibrazioali per ritrovare equilibrio e benessere tra corpo mente-spirito.

info : benesserenelsuono@gmail.com

Tratto da: http://www.benesserenelsuono.it/tutto-e-vibrazione-conosci-il-suono-e-conoscerai-te-stesso/